“La prima donazione di sangue, che emozione!”

2020-08-01T09:01:05+00:00 31 Luglio 2020|
di Claudia Barbaria

Il giorno della mia prima donazione, a gennaio di quest’anno, è stata un’emozione unica. Rimarrà sempre impresso nella mia mente il momento in cui ho messo piede nel centro trasfusionale per la prima volta, momento in cui ho provato una gioia indescrivibile.
Il mondo della donazione mi ha attratta per tanto tempo.

In famiglia quando ero piccola se ne parlava molto e ricordo quando da bambina facevo compagnia a mia madre che si rivolgeva al centro trasfusionale.
Anche conversare con mio cugino, donatore anche lui da ben 10 anni, ha acceso in me il desiderio di andare a compiere questo gesto.

Ma è stato anche un altro l’incontro che mi ha spinta a partecipare.
Ad ottobre dello scorso anno, quando ancora non ero maggiorenne si è presentata a scuola la dottoressa Vasta durante l’appuntamento condotto da Avis Acireale per introdurci alla donazione. Mentre spiegava si vedeva lontano un miglio che svolgeva il suo lavoro con tanta dedizione e ho notato i suoi occhi pieni di gioia quando parlava del percorso per diventare donatore. Tutto questo mi ha fatto comprendere la reale importanza di questo gesto.

Ad oggi mi riempie davvero il cuore sapere che sono stata proprio io a dare un’opportunità di vita al ricevente. Quasi mi commuovo. E allora ho deciso di continuare con la donazione di midollo.
Proprio la scorsa settimana ho fatto la tipizzazione. Che emozione essere una potenziale donatrice di midollo osseo!

Chissà, magari fra due, tre anni sarò chiamata al telefono e da dietro una cornetta sentirò la voce del dottore che dirà: “Claudia sei ancora propensa a donare il midollo? Abbiamo trovato una persona che ha un’affinità genetica con te”. Ed io, senza pensarci due volte, dirò “Sì”.

Nella vita bisogna sempre lasciare il segno, e io, nel mio piccolo, spero di riuscirci.
Continuerò con tutta me stessa a dedicare parte del mio tempo per aiutare il prossimo. Un ringraziamento speciale va alla famiglia dell’Avis Acireale che mi è stata sempre vicina. E un grazie va per tutti i volontari che svolgono il proprio lavoro con tanta passione.