“Blood confusion” tra vip che donano
Mentre altri perdono sangue in diretta

2018-04-20T17:58:04+00:00 20 Aprile 2018|

 

Linus sanguina in diretta. Poi rassicura i fan

 

«Sono ancora qua e sto meglio di prima, poi però non dite che per voi non do anche il sangue».

Così ha risposto ai propri numerosi follower sui social, il conduttore radiofonico Linus, vittima ieri mattina di un piccolo incidente in diretta. Il direttore della popolare emittente, infatti, ha avuto un lieve episodio di epistassi nel corso della puntata di Deejay chiama Italia in onda su Radiodeejay e Dmax (tv).

 

 

Emofilia, un successo il convegno di Roma

 

La Giornata mondiale dell’Emofilia è stata celebrata a Roma con il convegno-tavola rotonda “Emofilia: Ri-Conosciamola”. L’iniziativa ha avuto luogo il 16 aprile nella sala delle statue del centro congressi di palazzo Rospigliosi, in via XXIV maggio, 43.

«L’accordo Stato-regioni del 2013 è un buon documento: va sostenuto e attuato in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale».
Così si può sintetizzare quanto detto dai relatori nel corso della tavola rotonda. L’obiettivo era portare all’attenzione delle istituzioni nazionali e regionali la mancata attuazione del Mec: l’accordo per l’assistenza sanitaria ai pazienti affetti da Malattie emorragiche congenite.

L’Avis nazionale ha reso noto che ha deciso di partecipare alla costruzione del “Nuovo centro socio-sanitario” di Arquata del Tronto (Ascoli-Piceno) con un contributo di 200mila euro. È questo il nuovo progetto – parliamo di un poliambulatorio – di pubblica utilità dell’Associazione volontari italiani del sangue.
La realizzazione dell’iniziativa è stata resa possibile dalle donazioni di numerosi cittadini e soci che hanno contribuito alla raccolta fondi lanciata dopo il terremoto del Centro Italia del 24 agosto 2016. L’inizio dei lavori è previsto a giugno di quest’anno.

 

 

Disinformazione tra i giovani: il sondaggio “Blood confusion”

 

La paura degli aghi resta la prima causa che spinge i giovani a non donare il sangue, altri credono che avere tatuaggi o piercing li escluda definitivamente dalla possibilità di farlo.
Altri ancora, invece, non si fidano del sistema che gestisce il prelievo. Moltissimi, infine, credono che fumare “erba” e bere molto alcol gli impedisca di diventare volontari.
Parliamo del progetto “Blood confusion”, ideato dall’area comunicazione del Centro nazionale sangue che ha portato ad intervistare oltre cento giovani tra i 17 e i 35 anni.
Questi i numeri nel dettaglio: il 20 per cento degli intervistati ha ammesso di non donare il sangue perché impaurito dagli aghi; il 18 per cento del campione teme che la propria linfa vitale finisca sprecata chissà dove nella filiera di raccolta-produzione del sangue; il 20 per cento dei 110 ascoltati crede che tatuaggi e piercing siano motivi di esclusione perenne; il 36 per cento del campione ritiene che “farsi la canne” impedisca di donare il sangue; il 29 per cento di essi infine pensa che bere molto alcol non gli consenta tale gesto.

Alla luce di quanto emerso nel sondaggio, si è deciso di realizzare una campagna di sensibilizzazione ad hoc per i giovani, che vada a colpire proprio i luoghi comuni che creano disinformazione.

 

 

 

Bagno di folla per Gigi D’Alessio che dona al “Cardarelli” di Napoli

 

Anche Gigi D’Alessio ha voluto dare il proprio contributo per la Giornata nazionale del donatore di sangue. Il cantante partenopeo infatti intorno alle 12 si è recato al centro trasfusionale dell’ospedale Cardarelli di Napoli, unendosi a quasi 150 persone tra cittadini, associazioni di donatori e semplici fan in attesa di un autografo.

 

 

Festa del donatore all’autodromo del Mugello

 

Donatori di corsa al Mugello dove domenica 22 aprile, dalle 10 alle 13, i donatori di sangue, le associazioni del volontariato, autorità locali e molti ospiti si riuniranno nel Media center del circuito internazionale per la Festa del donatore 2018 “Una goccia d’amore”.

 

 

Il meteo del Centro nazionale sangue della Toscana

 

Vi riportiamo come di consueto il barometro del fluido rosso realizzato settimanalmente del Centro regionale sangue della Toscana. L’emergenza riguarda il gruppo 0-; si cerca urgentemente i gruppi sanguigni A- , B- , O+; fragile la sussistenza dei gruppi A+ , B+ , AB-; si segnala l’eccedenza, invece, per l’AB+.