La Takeda con i plasmaderivati amplia l’impegno in Italia contro il Covid-19

2020-04-25T20:53:20+00:00 26 Aprile 2020|Attualità|
kedrion-coronavirus

La Takeda, azienda con sede in Giappone, famosa per la produzione di plasmaderivati, annuncia l’intenzione di aumentare nel nostro Paese l’impegno contro il Covid-19 nella ricerca e nella produzione di farmaci nella lotta alle malattie, tra cui quelle rare. Rita Cataldo, amministratore delegato di Takeda Italia commenta gli ultimi risultati e annuncia i progetti futuri:

“L’Italia rappresenta uno dei mercati leader per l’azienda. Sono tre i pilastri su cui ci concentreremo: i centri produttivi d’eccellenza a Rieti e a Pisa, dedicati alla produzione di plasma derivati; gli oltre 900 professionisti impegnati nel garantire l’accesso alla salute; e le 17 nuove terapie che l’Azienda porterà ai pazienti italiani nei prossimi 5 anni. Inoltre, il nostro stabilimento di Rieti, subirà presto un nuovo importante impulso grazie all’approvazione di un investimento di circa 50 milioni di euro, che porterà la capacità produttiva a 4.0 milioni di litri di plasma l’anno entro il 2023″.

LEGGI l’articolo su Farmacista33.it