Raccolta globuli rossi a ottobre 2020: continua il trend con un calo del 6,9%

2020-11-20T11:36:03+00:00 19 Novembre 2020|Donazioni|
talassemia di Redazione

Il trend negativo che negli ultimi mesi ha riguardato la raccolta dei globuli rossi sul territori del Paese, purtroppo non riesce a invertirsi nemmeno a ottobre: dopo il -2,9% di settembre rispetto allo stesso periodo di riferimento 2019, anche il mese scorso fa registrare un calo significativo: un – 6,9% che richiederà molto lavoro negli ultimi due mesi di questo 2020 così complesso.

 

Fig. 1 Produzione globuli rossi ottobre 2020 vs ottobre 2019

Come si può vedere in figura 1, infatti, sono molti i triangoli rossi che indicano raccolte regionali meno performative rispetto allo scorso anno. Significativi i cali in regioni guida per la raccolta, come Lombardia, Veneto e Piemonte, e in regioni solitamente bisognose come la Sardegna. Migliorano il dato relativo a ottobre solo la Basilicata, l’Abruzzo, l’Emilia Romagna e la Provincia autonoma di Bolzano.

In fatto di consumo, invece, il minor utilizzo (-5,2%) rende meno doloroso il calo della raccolta: come si vede in figura 2, hanno aumentato le quote solo Piemonte, Provincia autonoma di Trento e Basilicata.

Fig.2 Consumo di globuli rossi ottobre 2020 vs ottobre 2019

Infine, in figura 3, ecco il dato complessivo su raccolta e consumo nel periodo esteso tra gennaio/ottobre 2020 contro gennaio/ottobre 2019. Come si può vedere, all’appello mancano circa 100mila unità rispetto allo scorso anno (2.005.553 contro 2.112.377), a fronte di circa 90 mila unità in meno utilizzate.

Fig.3 Unità di GR prodotte e consumate a gennaio/ottobre 2020 vs gennaio/ottobre 2019

Inevitabile il peso del lockdown su questi dati, che tuttavia testimoniano come il sistema sangue italiano abbia tenuto bene, al contrario di quanto avvenuto in molti altri paesi europei. Ora, compatibilmente con il clima di sfiducia e immobilità che ha di nuovo investito i comportamenti collettivi, bisogna andare a donare. Anche perché, lo ricordiamo, per i donatori di sangue non esistono limitazioni negli spostamenti, basta portare con sé l’autocertificazione e cercare il centro trasfusionale più vicino.