Serve un donatore compatibile
Admo si mobilita per Laura

2019-04-04T19:01:22+00:00 4 Aprile 2019|Attualità|
di Emiliano Magistri

Si chiama Laura, ha 9 anni e le è stata diagnosticata la leucemia linfoblastica acuta. Ha bisogno di un trapianto di midollo, ma le serve un donatore compatibile: i suoi genitori non lo sono.

L’appello arriva dall’Olanda dove la bambina vive insieme alla sua famiglia, originaria di Sessa Aurunca in provincia di Caserta. “Abbiamo saputo delle condizioni in cui si trova Laura e ci siamo mobilitati subito – spiega a DonatoriH24 il presidente di Admo Campania, Michele Franco -. I tempi purtroppo sono ristretti: la famiglia ci ha comunicato il 30 aprile come termine ultimo per il trapianto, di più non sappiamo”.

La bambina era già stata curata per la sua patologia e, in un primo momento, sembrava che la situazione fosse migliorata. Poi, alcuni esami, hanno emesso il terribile verdetto: “Abbiamo organizzato una due giorni di incontri, proprio a Sessa Aurunca, per sabato 6 e domenica 7 aprile – prosegue il presidente – per cercare di far registrare quante più persone al Registro dei donatori e trovare, speriamo, qualcuno che sia compatibile per dare il proprio midollo a Laura”.

Sia attraverso i social che attraverso gli organi di informazione, la mobilitazione di Admo sta oltrepassando, ovviamente, anche i nostri confini: “Siamo stati contattati dall’Olanda, dal Portogallo e da altri Paesi perché c’è profonda partecipazione da parte di tutti. Speriamo che questa eco così ampia dia risultati positivi”.