10 step da compiere per scegliere dove andare a donare sangue nella tua città

2020-03-24T19:14:39+00:00 24 Marzo 2020|Regole|
donare sangue

In questo periodo di emergenza a causa del virus Sars-CoV-2, donare sangue e plasma attraverso la prenotazione è ancora più necessario. Dopo i molti appelli rivolti dalle istituzioni, tanti cittadini si sono chiesti quali fossero i requisiti per partecipare alla raccolta, e come fare per trovare un’associazione o un centro trasfusionale vicino casa che permettesse di partecipare.

Ecco 10 step da compiere per andare a donare sangue e plasma nella tua città per la prima volta:

  1. Verificare di poter donare sangue controllando i requisiti richiesti ai donatori per partecipare alla raccolta. Il donatore è una persona sana che conduce uno stile di vita equilibrato e che non lo espone al rischio. Esiste un questionario di verifica del proprio stato di salute che è possibile trovare online, prima di presentarsi al centro.
  2. Cercare su internet una sede di donazione a cui rivolgersi telefonicamente. Il Centro nazionale sangue offre un’applicazione da utilizzare come mappa con tutti i punti di raccolta sangue presenti nella propria città. È sufficiente indicare l’indirizzo di partenza per trovare quello più vicino.
  3. Individuare il numero telefonico online della sede di donazione prescelta e verificare: che sia attivo il numero di telefono, e che sia attiva la sede, telefonando.
  4. Nel momento in cui si parla con l’addetto al ricevimento, dopo essersi introdotti come nuovi donatori, riepilogare la propria condizione di salute attuale e valutare attentamente la possibilità di donare sangue e plasma o piastrine.
  5. Prenotarsi per la donazione. Il sangue, il plasma e le piastrine non sono necessari solo oggi, in tempo di crisi a causa del coronavirus, ma lo saranno ancora di più nei prossimi mesi, quando riprenderanno gli interventi chirurgici che ora sono stati sospesi.
  6. “Quale associazione si occupa dei donatori di sangue nella vostra struttura ospedaliera?” È un’ottima domanda da rivolgere all’addetto del centro trasfusionale che potrebbe indicarvi un nome, oppure un numero di telefono da contattare.
  7. Esistono moltissimi gruppi impegnati nella causa della donazione di sangue e plasma: Avis, Fidas, Fratres, tra le organizzazioni più grandi. Sarebbe utile contattare l’associazione prescelta prima di andare al centro trasfusionale. Sarebbe un’occasione per chiedere quali sono le condizioni necessarie alla donazione, ma anche le agevolazioni, che offrono ai donatori nella giornata in cui si è prenotati. Alcune buone domande? Eccole: Dove posso parcheggiare l’auto? Offrite un bonus per il parcheggio? Dove trovo un’autocertificazione ad oggi sicuramente valida e come la devo compilare?
  8. Ricordarsi di chiedere indicazioni sul percorso da compiere con i mezzi o in auto, per raggiungere la sede di donazione. Sarebbe utile chiedere anche dove andare precisamente all’interno della struttura ospedaliera. Le donazioni molto spesso si svolgono in edifici separati o magari è presente un’autoemoteca proprio intorno alla vostra abitazione. Meglio chiedere informazioni aggiuntive.
  9. Chiedere il tipo di documento necessario da avere con voi, questo per evitare sorprese dato che i centri e le associazioni sono autonomi nello stabilire alcuni dettagli della procedura.
  10. Per il motivo di cui detto sopra, è sempre meglio verificare le regole pubblicate dall’associazione o dal centro ospedaliero sul sito consultabile online. Alcune novità non meno importanti sono pubblicate nella pagina Facebook.