Raccolta di globuli rossi in Italia a marzo 2022
Leggera crescita grazie all’impegno dei donatori

2022-04-28T12:36:55+00:00 28 Aprile 2022|Donazioni|
di Giancarlo Liviano D'Arcangelo

La raccolta di globuli rossi a marzo 2022 fa segnare un risultato positivo.

È il secondo mese consecutivo e non accadeva ormai da un po’. Se nel mese di febbraio la crescita era stata contenuta, dello 0,5% dopo un gennaio spaventosamente in calo (-9,5%), anche a marzo l’accelerazione è minima (+0,3%), ma l’importante è che il grande apparato della donazione etica, volontaria, anonima, gratuita, associata e organizzata risponda bene.

Lo ha detto anche Gianpietro Briola, presidente di Avis nazionale, nell’intervista che ha rilasciato su DH24 nei giorni scorsi, sottolineando che continuando così, almeno per questo 2022, i pazienti non dovrebbero avere problemi nella reperibilità degli emocomponenti, ma ciò non deve ridurre l’impegno di tutti e le attività a supporto della donazione.

Entrando nel merito dei risultati regionali, pubblicati dal Centro nazionale sangue, in figura 1 i triangoli gialli – simbolo di crescita – prevalgono su quelli rossi, e si fanno notare le performance positive di regioni ad alta densità di popolazione come Lombardia (+3,1%), Emilia Romagna (+2,2%), Toscana (+4%) e a sorpresa il Lazio (+2%). Bene anche la Sardegna che fa segnare un +2,5%.

Dati meno buoni in Piemonte (-4,8%), Sicilia (-7%) e Calabria (-4,2%).

raccolta

Raccolta globuli rossi in Italia a marzo 2022 vs marzo 2021

 

Per ciò che riguarda invece le unità trasfuse, la crescita è del 3,4%, un dato che risulta sbilanciato rispetto alla raccolta ma che è difficile da interpretare qualitativamente, perché sicuramente dipende da un ripresa della normali attività ospedaliere, un fatto certamente positivo.

Trasfusioni in Italia a marzo 2022 vs marzo 2021

 

In figura 3, infine, tabella 5 e 6, ecco i dati aggregati che esprimono la situazione nei primi tre mesi del 2022. La raccolta sangue è in calo di circa 17 mila unità – 636.935 nel 2021 e 619.530 nell’anno in corso – di cui circa 9 mila solo in Lombardia, e 4 mila in Piemonte.

A livello di unità trasfuse invece la situazione è quasi allineata: 602.107 unità nel 2021, contro le attuali 608.072.

raccolta

Unita di globuli rossi raccolte e trasfuse in Italia a gennaio/marzo 2021 vs gennaio/marzo 2022

I dati di aprile, maggio e giugno sono da attendere dunque con trepidazione, augurandoci un ulteriore miglioramento che possa preparare con più serenità al calo endemico dell’estate, periodo in cui bisognerà impegnarsi il doppio per non ritrovarsi poi a settembre con carenze pericolose per i pazienti.