Trasfusione di sangue infetto, spunta una causa contro il Comune di Reggio Emilia

2022-01-25T10:14:55+00:00 26 Gennaio 2022|Attualità|

Il Comune di Reggio Emilia si difenderà davanti alla Corte d’Appello di Roma in una causa legale promossa da due cittadine, che chiedono un risarcimento di 900.000 euro. L’amministrazione è stata tirata in ballo nel contenzioso nato nel settembre 2013, quando le due donne si sono rivolte al tribunale della capitale contro il ministero della Salute, la Regione e la gestione liquidatoria dell’ex Usl di Reggio, ritenendo gli enti responsabili del decesso di un loro parente (avvenuto nel 1978) a causa di una trasfusione di sangue infetto.

LEGGI la notizia su ilrestodelcarlino.it