L’assemblea generale di Avis 86, il video integrale
Tutti gli interventi della riunione 2021

2021-06-27T09:28:05+00:00 25 Giugno 2021|Uncategorized|
di Giancarlo Liviano D'Arcangelo

Una giornata intensa, ricca, a pochi giorni dal World Blood Donor Day. Per la sua assemblea generale numero ottantasei Avis ha scelto una modalità in streaming, una scelta che ha permesso ai tantissimi avisini che altrimenti non avrebbero avuto modo di partecipare, di collegarsi il 26 giugno dalle 9 del mattino alle 16.30 del pomeriggio e vivere in modo attivo la propria appartenenza associativa.

Per tutti coloro i quali non ce l’hanno fatta, e volessero recuperare alcuni interventi o la giornata completa, ecco il video integrale dell’assemblea:

Tanta la carne al fuoco in un evento patrocinato della Camera dei Deputati e intitolato “Il Fil Rouge che unisce. Il rinnovamento di AVIS tra obiettivi associativi e sfide globali”. Il titolo, dunque, già parla chiaro. C’è il concetto di fil rouge, ovvero del legame nascosto eppure fortissimo tra donatori di sangue e pazienti, coinvolti in un’osmosi ideale “da vena a vena” che è il potere immenso di salvare tante vite ogni giorno e di migliorare le condizioni di vita quotidiana di tantissimi pazienti.

E poi c’è il riferimento ambizioso al ruolo che Avis vuole ritagliarsi nel sistema sangue italiano e internazionale, con la necessità di coordinare il rinnovamento associativo e la forza di adattamento di una realtà così ampia e importante come Avis – forte delle sue mille anime – con le sfide globali che nel futuro a medio e lungo termine investiranno il sistema sangue, dalla questione plasma con un mercato in enorme espansione che dovrà dunque mantenere il suo equilibrio tra etica, centralità del paziente e business, a quella dell’autosufficienza ematica come valore da perseguire e mantenere in un tempo in cui il ricambio generazionale dei donatori di sangue non è così scontato.

Fig.1 Il manifesto ufficiale dell’assemblea generale Avis numero 86

Tanti anche i momenti clou:

La presentazione della campagna “Be Red, be Yellow”, per esempio, volta a sensibilizzare la donazione di sangue e plasma in vista del periodo estivo stimolando la “doppia scelta”.

Oppure la parentesi con “Rosso Sorriso”, un progetto di cui abbiamo spesso raccontato le peculiarità e la forza culturale, che punta “al coinvolgimento dei più piccoli e delle loro famiglie nella cultura del dono e della solidarietà”. S

Inoltre, spazio al legame che da quasi vent’anni AVIS mantiene con Fondazione Telethon per sostenere la ricerca contro le malattie rare.

A presentazione dell’evento, per capirne il senso profondo, ecco le parole di Gianpietro Briola, presidente di Avis nazionale: “Essere parte di un’associazione come AVIS significa superare i personalismi – ha detto – dare voce alle pluralità e nel contempo saper parlare in coro, tutti assieme, uniti da quei valori di solidarietà, altruismo e senso civico che ci contraddistinguono da oltre novant’anni” E ancora: “I concetti chiave della nostra assemblea 2021 saranno coesione, sinergia e dialogo interno. Partendo da questi valori, avremo modo di confrontarci sul presente e sul futuro della nostra Associazione alla luce dell’attuale contesto sanitario e socio-economico del nostro Paese. A questa riflessione è strettamente legato l’attuale percorso di riforma del Terzo settore, che richiede a tutti noi lungimiranza, capacità di coordinamento, professionalità e competenze sempre più specifiche”.