Donare sangue, la psicologa interviene: “Se non donano è l’effetto Ringelmann”

2020-04-02T21:25:55+00:00 3 Aprile 2020|Curiosità|
donare sangue

La psicologa Tiziana Ramaci, interviene sul perché si scelga di donare sangue oppure no ai tempi di Coronavirus con un approfondimento sul perché alcuni scelgano di non partecipare alla raccolta sangue, che è così importante per la comunità: “Un fattore che influisce negativamente sul diventare donatore è quello che in psicologia viene definito “effetto Ringelmann” (1913). Le persone tendono a diminuire il proprio apporto al gruppo, nelle situazioni in cui il loro contributo non è facilmente identificabile. Viene ad alimentarsi una diffusione di responsabilità che si configura come “tanto c’è chi ci pensa”. La donazione del sangue è una scelta e più è consapevole più è appagante. Capirne le dinamiche vuol dire essere capaci di far nascere la gioia di donare e di tenerla viva, facendola crescere” spiega la dottoressa nell’articolo.

LEGGI l’articolo su Focussicilia.it