Taxi del donatore, Claudio Ghilardi (Fratres): “Noi al servizio della comunità”

2020-02-10T18:53:23+00:00 7 Febbraio 2020|Curiosità|
di Laura Ghiandoni

Offrire un servizio alla comunità e nello stesso tempo sensibilizzare sul tema della donazione del sangue. La Fratres di Badia Coselli Guamo e Vorno, ha attivato il “Taxi del Donatore” nell’area  di Capannori e Lucca, un servizio condotto dai volontari dell’associazione per trasportare chi necessita di visite, controlli medici, prelievi di sangue, e terapie riabilitative in ospedale, in farmacia e dovunque sia necessario.

Nelle campagne toscane chi non è provvisto di mezzi di trasporto autonomi, rischia l’isolamento” spiega Claudio Ghilardi, Presidente Fratres della sezione che riunisce i quattro paesi: “Abbiamo acquistato un automobile per offrire un servizio a supporto di tutta la comunità”. L’idea, racconta il dirigente: “è un occasione per per entrare in contatto con piccole realtà isolate, sensibilizzare sul tema sangue e allo stesso tempo offrire un servizio utile“.

Il taxi, in sperimentazione, andrà a integrarsi con il servizio pubblico, con l’idea di offrire uno strumento apripista per altri servizi comunali di supporto alle persone in condizioni di disagio: “L’iniziativa è stata accolta molto positivamente” aggiunge: “l’automobile è a disposizione di tutti coloro che vogliono donare sangue e non riescono a raggiungere l’ospedale San Luca, dove c’è il Centro Trasfusionale” inoltre: “sia le donazioni che i donatori sono aumentati nell’ultimo periodo e l’associazione si sta ampliando”.

Il dirigente racconta cosa ha condotto al miglioramento della sezione in provincia di Lucca: “Nell’ultimo periodo ci siamo ricostituiti e allargati da poco, si sono uniti alla sezione, che a maggio 2019 includeva solo i paesi di Badia e Coselli, anche i paesi di Guamo e Vorno”. Conclude: “Per il progetto siamo stati sostenuti dalla Regione Toscana e l’abbiamo realizzato in collaborazione con il Centro Ricreativo di Vorno e l’associazione ‘La sorgente di Guamo’.