Bomboniere solidali per la ricerca
L’iniziativa della sezione Ail di Benevento

2019-03-28T15:54:27+00:00 28 Marzo 2019|Attualità|
di Emiliano Magistri

Porte aperte nel fine settimana per guardare e acquistare le bomboniere solidali e sostenere così la ricerca e l’attività dell’Ail di Benevento. È l’iniziativa in programma per sabato 30 marzo (dalle ore 17 alle 19) e domenica 31 (dalle ore 11 alle 13) nella sezione locale dell’associazione, in via Torretta 18: una due giorni dedicata a proporre a chi deve festeggiare un avvenimento importante, la possibilità di scegliere un oggetto bello sia nella forma che nel significato.

Le bomboniere solidali preparate nella sede dell’Ail di Benevento

“È la prima volta che organizziamo un evento simile e ci auguriamo che possa essere solo il primo di una lunga serie – racconta a DonatoriH24 il presidente di Ail Benevento, Salvatore Mottola -. Vogliamo dare la possibilità alle persone di celebrare una giornata importante senza perdere di vista la solidarietà e il sostegno alla ricerca: proporremo partecipazioni, oggettistica classica che viene donata agli invitati al termine della cerimonia, vasta scelta di gadget personalizzabili in legno. Ogni prodotto prevede una donazione che servirà a sostenere l’attività e la ricerca della nostra sezione”.

Attività che vede già molti progetti in essere, tra cui l’assistenza domiciliare: “In collaborazione con il personale medico dell’ospedale Rummo, dal 2012 stiamo seguendo un progetto a sostegno dei pazienti ematologici che, in casa propria, possono essere curati e seguiti dai professionisti dell’azienda. La stessa équipe – spiega – che il paziente troverebbe in reparto, può così averla nel suo domicilio. Si tratta di un’iniziativa interamente finanziata da Ail Benevento e che prevede borse di studio sia per gli ematologi che per gli infermieri“. Ma non solo.

Le bomboniere solidali preparate nella sede dell’Ail di Benevento

Oltre a una vettura che permette di raggiungere i pazienti residenti non solo a Benevento, ma anche sull’intero territorio della provincia, l’associazione sta curando altre due importanti iniziative: “Una consiste in un programma di ricerca che, da circa dieci anni, prevede, come quello con l’ospedale Rummo, borse di studio, in questo caso per i biologi. L’altro ricalca l’assistenza domiciliare, ma in questo caso è pediatrica e lo stiamo portando avanti in collaborazione con l’ospedale Santobono-Pausillipon di Napoli“.

In attesa delle bomboniere solidali, Mottola annuncia già il prossimo appuntamento: “I prossimi 5, 6 e 7 aprile saremo in piazza con le uova di Pasqua dell’Ail, un’iniziativa nazionale che ci vedrà impegnati ancora una volta a sostegno della ricerca”.