Test del sangue per la diagnosi del cancro alla prostata

2018-05-23T22:48:14+00:00 24 Maggio 2018|Mondo|

Un esame del sangue potrebbe essere sufficiente, nel futuro, per diagnosticare il cancro alla prostata. Una scoperta che, se confermata, porterebbe a dimezzare il numero di biopsie utilizzate finora per scoprire la grave patologia.

Il test ha evitato fino al 47 per cento delle biopsie che sarebbero state necessarie dopo un tradizionale esame: questo il risultato di due studi condotti su un campione di 384 uomini; non molto vasto, ma che tuttavia potrebbe rappresentare un buon punto di partenza per la sperimentazione.

«È un progresso – ha detto il dottor Eric Klein della Cleveland clinic – rispetto ai test esistenti e alla nostra capacità di prevedere con precisione – ha aggiunto il responsabile degli studi, presentati nel corso di una conferenza dell’American urological association – la presenza di tumori di grado elevato, in modo da poter evitare le biopsie negli uomini a rischio».

Tale soluzione, come spiega in un articolo Il Giornale, sarebbe una svolta nelle diagnosi di questo carcinoma, perché le biopsie causano rischio di infezioni, sanguinamento e provocano dolore.

 

Leggi l’articolo