Ricerca sul sangue in apnea a 40 metri

2018-04-26T08:29:29+00:00 26 Aprile 2018|Mondo|

Medicina e apnea assieme per studiare e soprattutto analizzare i valori del sangue arterioso nel corso di un’immersione non simulata a 40 metri di profondità.

La ricerca ha luogo a Montegrotto Terme, non lontano da Padova, nella piscina termale Y-40, considerata la più profonda al mondo e per questo molto utilizzata per test scientifici.

La ricerca, condotta dal professor Gerardo Bosco, coinvolge studenti del master diretti proprio dal professore universitario e atleti volontari della piscina termale.

«Ciò che caratterizza l’apnea – spiega Bosco – è il tempo di sospensione volontaria del respiro: gli apneisti, solitamente, si concentrano sulla profondità massima che possono raggiungere. Il mio gruppo di ricerca – aggiunge il professore – utilizza i dati raccolti per favorire la salute dei bambini con difficoltà respiratorie e gli anziani».

 

Leggi l’articolo