Promozione, informazione e cultura della donazione
A Scanzano Jonico “E…state in salute” con la Fidas

2019-07-23T10:47:48+00:00 22 Luglio 2019|Attualità|
di Emiliano Magistri

Promuovere e diffondere la cultura del dono, contribuendo a fornire l’informazione e la sensibilizzazione più complete. Va in scena giovedì 25 luglio la seconda edizione di “E…state in salute: la Fidas vi ha a cuore”, l’iniziativa che la federazione ha organizzato anche quest’anno a Scanzano Jonico, in provincia di Matera.

Il presidente Domenico Paolo Sarubbi

Nata come strumento volto a smuovere le coscienze in un periodo particolarmente difficile come l’estate, in termini di quantità di sangue raccolto, la manifestazione rientra nel calendario degli eventi organizzati dalla Pro Loco. “Donare sangue è sempre una buona idea, soprattutto in estate – spiega il presidente Domenico Paolo Sarubbi -, quando a causa delle ferie molte persone partono, tra cui tanti donatori, e si registra sempre un calo delle scorte di sangue. Ecco perché anche quest’anno lanciamo l’appello per sensibilizzare il più possibile a compiere questa scelta”.

La locandina dell’evento Fidas

Oltre all’informazione e alla promozione della cultura del dono, grazie alla presenza dei volontari della sezione Give Life Fidas di Scanzano Jonico, la giornata di giovedì sarà l’occasione per usufruire di un elettrocardiogramma con visita medica e rilevazione dei parametri vitali, sull’autoemoteca della Fidas Basilicata, che sarà presente in via Alcide De Gasperi, nei pressi del centro sociale anziani. In più, nei vari stand presenti, verranno fornite indicazioni per un corretto regime alimentare, dimostrazioni di rianimazione cardio-polmonare e disostruzione delle vie aeree e verranno anche effettuati screening gratuiti di vario genere.

“Vogliamo far capire che donare sangue ed emocomponenti di alta qualità significa garantire cure e assistenza preziose a pazienti come emofilici e talassemici, o a persone che si sono o devono sottoporsi a delicati interventi chirurgici – conclude Sarubbi -. Rivolgiamo un appello a tutti affinché facciano uno sforzo, in questo particolare periodo, e vadano a donare”.

LEGGI la storia delle gemelle donatrici di Scanzano Jonico