“Se nessuno donasse non ci sarebbe sangue disponibile per i pazienti”

2021-04-30T18:17:58+00:00 30 Aprile 2021|
di Massimo Martinelli

Perché ho cominciato? Inizialmente un amico mi ha convinto a donare sangue, poi mi ha spinto a continuare la voglia di far del bene agli altri.

La prima volta ho donato nel ’92, mi ricordo che era il primo aprile, avevo 23 anni e mezzo, lavoravo come dipendente per un’azienda. Da quel giorno ho donato 302 volte. Non sono poche ma per me non è stato difficile.

La mia esperienza è stata positiva perché ho sempre trovato dei medici molto competenti, che sono stati molto attenti nell’inserire l’ago ed evitare la formazione di ematomi. In passato andavo tutti i mesi al centro trasfusionale per il plasma e poi facevo la donazione di sangue. Non ho mai fatto sensibilizzazione, ma vedendomi donare alcuni miei cari amici hanno iniziato.

Non li ho accompagnati io però forse hanno preso il mio esempio. Non ho mai conosciuto un paziente bisognoso di sangue eppure mi sembra doveroso dare un contributo agli altri. Infatti secondo me, se nessuno donasse non ci sarebbe sangue disponibile per quei pazienti.