“Ogni giornata che dedico al prelievo è una giornata che dedico a me stesso”

2022-06-17T12:04:03+00:00 17 Giugno 2022|
di Simone Giorgi

Ho iniziato a donare nel ’90, avevo 20 anni. Oggi ne ho 52 e ho raggiunto le duecento donazioni. Ho iniziato perché la mia vicina aveva un problema di leucemia, ho fatto la visita per diventare un donatore di midollo e da lì la scelta di diventare un donatore di sangue è stata naturale. Sono iscritto all’Avis intercomunale Collesalvetti.

Dono regolarmente plasma e piastrine, ogni giornata che dedico al prelievo è una giornata che dedico a me stesso. Arrivare a duecento donazioni era un obiettivo che avevo in testa, ci speravo e ci sono arrivato.

Sono anche un “reclutatore”, penso che il modo migliore di convincere il prossimo sia quello di accompagnarlo, di andare insieme al centro trasfusionale. Così convinco conoscenti e amici, pian piano hanno provato e poi sono diventati donatori.