“Oggi dono il sangue in una struttura confiscata alla mafia”

2021-06-11T17:13:03+00:00 11 Giugno 2021|
di Domenico Nisticò

Ho 65 anni, sono iscritto all’Avis comunale di Reggio Calabria. Oggi dono il sangue in un bene confiscato alla mafia. Ho effettuato 151 donazioni da quando avevo 22 anni, il mio segreto ve lo rivelo con una battuta, nulla di scientifico ma una volta ha funzionato. La nostra terra ha la fortuna di avere il bergamotto. Per noi calabresi è un pianta benedetta, una volta l’ho assunto, diluito con altri agrumi, per abbassare il livello di colesterolo prima di una donazione, quella volta ha funzionato. Non c’è niente di scientifico, ma male non ha fatto.

In Calabria, molti ragazzi si avvicinano al mondo della donazione grazie all’informazione. Molti giovani da noi diventano donatori grazie all’opera di sensibilizzazione che operiamo nelle scuole. Capita che dopo aver donato la prima volta, nella seconda si ripresentano con i genitori. A loro spieghiamo che oggi puoi essere donatore, domani puoi diventare ricevente. Consiglio a tutti di visitare un reparto ospedaliero o una sede Avis, così ci si può rendere conto di quante persone hanno davvero bisogno d’aiuto. Io ho iniziato perché quando ero scout, il nostro prete aveva bisogno di trasfusioni per una operazione. Decidere è stato un attimo.