“Doniamo un pezzettino di noi a chi sta soffrendo”

2021-12-07T11:31:17+00:00 7 Dicembre 2021|
di Alfonso Gara

Ho 35 anni, dono il sangue da quando ne avevo 25. Attualmente sono il vicepresidente della sezione Avis di Monasterace, in provincia di Reggio Calabria.

Ho cominciato a donare perché è effettivamente utile, per una spinta morale. Le motivazioni sono tantissime, doniamo un pezzettino di noi a chi sta soffrendo, soprattutto in un periodo di emergenza.

Durante il periodo più duro della pandemia la risposta dei donatori è stata eccezionale, in molti hanno risposto presente e hanno dato il loro contributo. Ai giovani, a chi magari è indeciso, a chi ha paura dell’ago o a chi ha paura di sentirsi male dopo il prelievo, dico che la donazione di sangue non ha alcuna controindicazione a livello fisico. Anzi, a livello morale, non vedi l’ora che passino i tre mesi per tornare a donare.