Associazioni vecchia pagina 2018-03-24T10:10:00+00:00

Avis

 

L’Associazione volontari italiani del sangue – leggiamo dal loro sito web – è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche.
Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana.

Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Fonte: Avis

www.avis.it

 

Fidas

 

Nel 1959 a Torino, con atto notarile, Cesare Rotta dell’Associazione donatori sangue Piemonte, Giovanni Faleschini dell’Associazione friulana, Giobatta Ottonello dell’Associazione ligure, Domingo Rodino di Cairo Montenotte e Luigi Marenco di Ovada, costituirono – spiegano dallo stesso sito web dell’associazione – la Federazione italiana associazioni donatori di sangue–Fidas.
Motore dell’iniziativa fu il professor Dogliotti che, nell’immediato dopoguerra, fondò il Gruppo provinciale di Torino e diede poi vita all’Associazione Piemonte.
L’idea di una federazione delle associazioni donatori di sangue autonome e indipendenti, si manifestò a seguito degli incontri avvenuti tra rappresentanti di associazioni della Liguria e del Piemonte i quali inizialmente intendevano studiare la possibilità di realizzare un’unione ligure piemontese, con il preciso scopo di collaborare per una migliore organizzazione del sistema trasfusionale delle due regioni.
Lo Statuto è basato su principi altamente liberali per quanto riguarda l’autonomia e l’indipendenza di ogni singola associazione, pone tuttavia alle federate l’accettazione di quei presupposti morali che sono indivisibili dai principi umanitari professati da soci donatori di sangue appartenenti alle medesime. Deve essere garantita la giusta destinazione del sangue offerto e deve essere evitata ogni speculazione che potrebbe essere fatta su di esso.
Fidas, fedele alla scelta dei suoi fondatori, si ripromette di rappresentare tutte le associazioni autonome e indipendenti aderenti, in modo da contenere validamente aberrazioni di scopi e storture nel campo delle attività trasfusionali. Di fronte allo Statuto e all’opinione pubblica, i donatori di sangue, come dissero i Fondatori, debbono essere tutti uguali, perché se identico è il dovere che volontariamente si assumono di compiere, eguale deve essere il riconoscimento nei loro confronti.

 

Fonte: Fidas

 

http://fidas.it/

 

Fratres

 

La Fratres, spiegano gli stessi sodali, è un’associazione di ispirazione cristiana che crede nell’importanza della donazione come gesto di solidarietà e generosità. Si avvale di volontari, persone impegnate, preparate, attente agli altri. La donazione è un atto volontario, anonimo, periodico, gratuito e soprattutto responsabile. È un piccolo gesto che rende grandi. Per tutti noi che abbiamo a cuore la vita, la donazione è un gesto di vita.

 

Fonte: Fratres

 

http://www.fratres.it/

 

Croce rossa italiana

 

Garanzia e guida delle azioni sono i sette principi fondamentali del Movimento internazionale di croce rossa, che ne costituiscono lo spirito e l’etica: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità. Adottati nella 20ª Conferenza internazionale della Croce rossa, svoltasi a Vienna nell’ottobre del 1965, i principi fondamentali sono garanti dell’azione del Movimento, ma anche della Cri e di ogni suo volontario e aderente.

I Donatori di sangue erano una delle componenti della Croce rossa italiana (che dal 2013 non è più distinta in componenti). La componente è nata subito dopo la Seconda guerra mondiale per affrontare il problema della carenza di sangue. Dal 1971 i Donatori di sangue hanno cominciato a sensibilizzare la donazione del sangue periodica, sensibilizzando anche nelle aziende e nei posti di lavoro. Le attività della componente vanno dalla formazione di una cultura trasfusionale, alla donazione periodica di sangue. Possono farne parte tutti coloro tra i 18 e i 65 anni, in possesso di buona salute e che vogliano donare sangue in maniera anonima e gratuita.

 

Fonte: Cri

 

https://www.cri.it/home

 

Associazione Amici del policlinico
e della Mangiagalli donatori di sangue onlus

 

L’associazione “Amici dell’ospedale policlinico e della Mangiagalli donatori di sangue onlus” è stata fondata nel 1974 dal professor Girolamo Sirchia con il nome “Amici dell’Ospedale policlinico donatori di sangue” per riunire i donatori di sangue del Centro trasfusionale e di Immunoematologia dei trapianti dell’Ospedale maggiore policlinico di Milano e per assicurare un trattamento trasfusionale di qualità ai pazienti dell’Ospedale e dei centri di cura che ad esso fanno riferimento.
Nel 2006, con la nascita della fondazione Irccs policlinico Mangiagalli, l’associazione ha modificato il nome in “Associazione amici dell’ospedale Policlinico e della Mangiagalli donatori di sangue”.
Nel 2010 è stata effettuata la fusione tra l’associazione “Amici del policlinico donatori di sangue” e l’Associazione donatori di sangue della Mangiagalli “Sano come un donatore”.
Nello stesso anno l’Associazione ha acquisito la qualifica di onlus, organizzazione non lucrativa di utilità sociale. L’associazione opera a favore del Centro trasfusionale dove ha la sede (padiglione Luigi Marangoni), e il suo statuto prevede che il Consiglio direttivo sia costituito da rappresentanti dei donatori e volontari.

L’associazione delega al Centro trasfusionale la gestione dei donatori e il controllo medico della loro salute. Lo stretto rapporto tra associazione e Centro trasfusionale ha avuto grande influenza nello sviluppo dei programmi di prevenzione medica per i donatori che hanno l’accesso ad alcuni ambulatori dell’ospedale.
L’associazione invece riserva a sé le attività di promozione della donazione del sangue e in generale quelle più proprie del volontariato. L’associazione organizza inoltre con alcuni specialisti, e a sue spese, alcuni servizi gratuiti per i donatori che ne abbiano necessità.
La collaborazione del volontariato con la struttura ospedaliera offre numerosi vantaggi: la reale partecipazione dei volontari alla vita del Servizio trasfusionale e dell’ospedale, il contatto tra volontari e malati, fonte sia di motivazioni alla donazione sia di iniziative atte ad umanizzare l’ospedale, l’apporto di preziose risorse umane ed economiche, l’individuazione precisa delle esigenze dei donatori e dei mezzi per soddisfarle. Con questi presupposti l’associazione si è assicurata il consenso di migliaia di milanesi. A oggi l’associazione conta oltre 22.000 donatori periodici.

 

Fonte: Amici dell’ospedale policlinico e della Mangiagalli donatori di sangue onlus

 

http://www.donatorisangue.org/

 

European blood alliance (Epa)

 

L’European Blood Alliance (Eba) è un’associazione senza fini di lucro con 26 membri in tutta l’Unione europea e negli Stati Efta. La sede e l’ufficio sono Amsterdam, Paesi bassi. La sua missione è triplice: contribuire alla disponibilità, alla qualità, alla sicurezza e all’efficacia in termini di costi dell’approvvigionamento di sangue e tessuti per i cittadini europei, sviluppando e mantenendo una collaborazione efficace e forte tra chi si occupa di donazione di sangue e tessuti in Europa. L’obiettivo statutario dell’European blood alliance (Eba) è quello di aumentare la consapevolezza pubblica e professionale della donazione volontaria e non retribuita (Vnrd), di sangue e componenti del sangue e della preparazione degli emocomponenti come mezzo terapeutico indispensabile per aiutare i pazienti. Aiutare i centri ematologici europei a migliorare continuamente le loro prestazioni, sulla base di principi scientifici ed etici a beneficio dei pazienti. L’Eba si impegna in questa missione aiutando i propri membri a migliorare le prestazioni attraverso la collaborazione, a impegnarsi nelle questioni normative per promuovere le migliori pratiche e facilitare la raccolta di informazioni e lo scambio di conoscenze.

 

Fonte: Eba

 

http://www.europeanbloodalliance.eu/

 

Croce rossa internazionale

L’azione del Cicr si fonda sulle convenzioni di Ginevra del 1949 e sui loro protocolli aggiuntivi, sui suoi statuti, nonché su quelli del Movimento internazionale della Croce rossa e della Mezzaluna rossa, e sulle risoluzioni delle Conferenze internazionali della Croce rossa e della Mezzaluna rossa. Il Cicr è un’istituzione indipendente e neutrale che protegge e assiste le vittime della guerra e della violenza armata. Interviene nelle situazioni di emergenza e si adopera per promuovere il rispetto del diritto internazionale umanitario e la sua integrazione nelle legislazioni nazionali.

 

Fonte: Croce rossa internazionale

 

https://www.icrc.org/it

 

Fiods/Ifbdo Federazione internazionale
delle organizzazioni donazione sangue

 

La Federazione internazionale delle organizzazioni di donatori di sangue (abbreviato Ifbdo in inglese, e Fiods in francese e spagnolo), è un’organizzazione internazionale che dichiara come obiettivo principale l’autosufficienza degli Stati membri delle riserve di sangue da donatori volontari e gratuiti, e l’armonizzazione delle norme di sicurezza nel processo di donazione di sangue e di controllo. Obiettivi statutari sono: promuovere la donazione regolare anonima, volontaria e gratuita di sangue in tutti i paesi del mondo; lavorare per soddisfare la domanda di sangue umano e di prodotti ematici di alta qualità in ogni paese, in collaborazione con gli enti competenti; assicurare un’applicazione dei mezzi e metodi per garantire la sicurezza del donatore e del ricevente; lotta contro tutte le forme di commercio e di profitto che avvengono con il sangue e derivati, in base al principio che il corpo umano è inalienabile; partecipare a tutte le attività, studi, dibattiti o eventi relativi sia all’organizzazione di trasfusione di sangue o delle associazioni di donatori di sangue, e agli studi di conoscenze e tecniche di trasfusione.

 

Fonte: Wikipedia

 

http://www.fiods-ifbdo.org/

 

Civis

 

Coordinamento interassociativo volontari italiani del sangue: riunisce le più importanti associazioni italiane che si occupano di donazione, promozione e sensibilizzazione alla racconta del sangue. Fanno parte di Civis: Avis, Fidas, Fratres e Croce Rossa Italiana.

Centro nazionale sangue (Cns)

 

Il Centro nazionale sangue è stato istituito con decreto del ministro della Salute del 26 aprile 2007. Ha iniziato il mandato il 1° agosto 2007. È un centro nazionale del ministero della Salute che opera presso l’Istituto superiore di sanità.
Svolge funzioni di coordinamento e controllo tecnico-scientifico del sistema trasfusionale nazionale nelle materie disciplinate dalla legge 219/2005 e dai decreti di trasposizione delle direttive europee.

La legge 21 ottobre 2005 numero 219 “Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati” è il frutto di un imponente lavoro di analisi, discussione e, soprattutto, di condivisione di obiettivi ed intenti fra tutti gli attori del Sistema sangue (istituzioni locali e nazionali, associazioni e federazioni del volontariato del sangue, professionisti). Tale legge ha portato all’introduzione di misure per il coordinamento a livello regionale e nazionale e rappresenta un importante punto di forza del Sistema sangue.

 

Fonte: Cns

http://www.centronazionalesangue.it/

 

Società italiana di medicina trasfusionale
e immunoematologia (Simti)

 

La Società italiana di medicina trasfusionale e immunoematologia (Simti) nasce ufficialmente, sotto la sigla Aict (Associazione italiana dei centri trasfusionali) il 27 luglio 1954, con atto notarile siglato in Firenze. Il primo statuto, pur prevedendo la possibile iscrizione di soci individuali, era soprattutto mirato ad associare strutture trasfusionali, a somiglianza di quanto era avvenuto negli Stati uniti con la fondazione (1946) dell’Aabb (American association of blood banks). L’idea base era quella di aiutare i pochi servizi trasfusionali allora esistenti in Italia a darsi un’organizzazione su rigorose basi scientifiche e pratiche, in carenza di normative precise da parte delle autorità sanitarie preposte e, nel contempo, di favorire la nascita di nuove strutture tecnologicamente all’altezza.

 

Fonte: Simti

 

 

http://www.simti.it/

Associazione donatori di sangue
Istituto nazionale tumori (Adsint)

 

Adsint è un’associazione di volontariato dedicata alla donazione di sangue. Il nostro dono e la nostra presenza sono rivolti, da più di 50 anni, all’Istituto dei tumori di Milano, quando la completa guarigione è garantita da una sacca di sangue che restituisce linfa all’organismo.

Per ciascun ente ospedaliero, la disponibilità di sangue per eventuali trasfusioni per qualsivoglia necessità, è un fattore di grandissima importanza troppo spesso trascurato dai media. Per un Istituto quale il nostro, che si caratterizza come centro di eccellenza ad altissima specializzazione nella cura dei tumori, la disponibilità di sangue è “conditio sine qua non” alla sua stessa esistenza e allo scopo che esso stesso si prefigge.

La costituzione di un’associazione di donatori sangue all’interno di un ospedale, dedicato solo ed esclusivamente ai suoi pazienti, è stata la prima esperienza in assoluto a livello nazionale. Ed è doveroso ricordare che l’Adsint, in oltre quarant’anni di storia, ha dato il via ad una cultura del dono del sangue strettamente vincolata a una patologia e a un luogo di appartenenza ben precisi ed è giustamente riconosciuta come parte integrante di un “processo” terapeutico che ci accumuna: la salute del paziente.

 

 

Fonte: Adsint

 

http://www.adsint.mi.it/

 

Istituto tumori Milano

 

Fin dalla sua istituzione, risalente al 1928, la fondazione Irccs “Istituto nazionale dei tumori” (Int) svolge, in coerenza con la programmazione nazionale e regionale, l’attività di assistenza sanitaria e di ricerca biomedica e sanitaria, di tipo clinico e traslazionale, confermandosi, in questo, come centro di riferimento nazionale.

 

Fonte: Istituto tumori Milano

 

http://www.istitutotumori.mi.it/

 

Fondazione Umberto Veronesi

 

La fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 su iniziativa di Umberto Veronesi e di molti altri scienziati e intellettuali di fama internazionale, fra cui 11 premi Nobel, con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica di eccellenza e progetti di prevenzione, educazione alla salute e divulgazione della scienza.

Le attività della fondazione rinnovano ogni giorno la visione del suo fondatore Umberto Veronesi, un medico che ha dedicato la propria vita a sviluppare conoscenze scientifiche innovative per metterle al servizio del benessere dei propri pazienti e della società in cui viviamo.

 

Fonte: Fondazione Umberto Veronesi

 

https://www.fondazioneveronesi.it/

 

 

Donatori sangue a Roma Ad Spem
San Camillo e Umberto I di Roma

 

A Roma manca il sangue per la chirurgia e le terapie trasfusionali, l’Ad Spem da più di 30 anni forma la community dei donatori e affronta la sfida per l’autosufficienza. La sua missione sul territorio è il superamento dell’emergenza sangue con la programmazione delle donazioni.

 

Fonte: Donatori sangue a Roma Ad Spem

 

http://www.adspem.org/

 

Associazione volontari policlinico Tor Vergata

 

L’associazione Volontari per il policlinico Tor Vergata sostiene i pazienti, i visitatori e gli operatori che ogni giorno vivono l’ospedale.

 

Fonte: Associazione volontari policlinico Tor Vergata

 

http://www.ptvonline.it/ass_ptv.asp

 

 

Gruppo donatori sangue (Presidenza del Consiglio dei ministri
in collaborazione con il policlinico Bambino Gesù di Roma)

 

Siamo un gruppo di persone che lavorano alla Presidenza del Consiglio dei ministri, nell’ottobre 2002 abbiamo costituito il Gruppo donatori di sangue.

L’obiettivo iniziale era quello di creare un punto di contatto per coordinare le richieste di sangue per i colleghi e i loro familiari, e di svolgere un’azione di sensibilizzazione alla donazione di sangue. Nel corso di pochi anni è iniziata la collaborazione con l’ospedale pediatrico Bambino Gesù (Opbg) ed abbiamo organizzato la “Giornata del donatore”, un appuntamento diventato ormai fisso. Fino ad oggi abbiamo organizzato 31 Giornate del donatore e raggiunto il numero di 350 donatori di sangue e piastrine per un totale di 1.345 donazioni (dato aggiornato al 26 luglio 2013). Tutte le donazioni sono a favore dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù il cui staff medico garantisce il supporto medico infermieristico durante le Giornate del donatore organizzate presso i locali del presidio medico interno della Presidenza del Consiglio dei ministri due volte l’anno.

 

Fonte: Gruppo donatori sangue

http://www.gruppodonatorisangue.it/wordpress/

 

Associazione donatori sangue ospedale Sant’Eugenio
e Cto “A. Alesini” di Roma

 

La Rete di tutti è un’associazione di donatori di sangue volontari onlus. L’associazione è nata nel 2010 come associazione di supporto alle donazioni sangue per gli ospedali S. Eugenio all’Eur e Cto a Garbatella. Il nostro nome nasce dal concetto che abbiamo riguardo il dono cioè aiutarsi l’un l’altro, fare rete, essere sempre collegati in ogni momento, soprattutto nelle difficoltà. Successivamente, precisamente nell’aprile 2016, si è strutturata in unità di raccolta sangue (UdR) con la propria autoemoteca per rendersi autonoma nella raccolta del sangue su tutto il territorio laziale.
Lavoriamo ogni giorno con grande passione e il nostro scopo è aiutare chi nella Regione Lazio ha estremo bisogno di sangue, visto che ne siamo in perenne carenza. Non abbiamo alcun scopo di lucro. Tutto quello che facciamo, lo facciamo tutti i giorni per altruismo e quindi con passione e professionalità che siamo felici di mettere a disposizione di chiunque doni il sangue.

 

Fonte: LaReteditutti

http://www.lareteditutti.org/

 

 

Policlinico Agostino Gemelli–F.Olgiati onlus di Roma

 

Dal 1980 il policlinico Agostino Gemelli può contare sulla folta schiera di “angeli” del gruppo donatori di sangue “Francesco Olgiati” che in maniera volontaria e gratuita contribuiscono generosamente a curare piccoli e grandi pazienti che hanno bisogno di sangue, plasma o piastrine. Nella complessa programmazione delle terapie antitumorali i donatori di sangue sono inseriti da un ventennio quali co-attori, desiderosi, per loro libera e generosa volontà, di essere d’aiuto ad una umanità sofferente e spesso in lotta per la vita. Il loro entusiasmo, la loro tenace disponibilità hanno dato vita all’associazione “Francesco Olgiati” che può contare su un organico da sempre impegnato nell’ambito del policlinico Gemelli e al servizio della comunità sofferente.

 

Fonte: DonatoriOlgiati

 

http://www.donatoriolgiati.org/

 

 

Gruppo donatori Banca Intesa Sanpaolo

 

Da oltre 40 anni in Sanpaolo Imi – e ora in Intesa Sanpaolo – esiste il gruppo aziendale “Donatori di sangue” con diversi raggruppamenti su tutto il territorio nazionale, costituiti da colleghi che contribuiscono con il dono del proprio sangue a salvare la vita di altre persone. Il “gruppo” è collegato alle “associazioni donatori di sangue” esistenti nelle diverse regioni. Esso agisce nell’ambito aziendale, in modo autonomo e con le seguenti finalità: perseguire i compiti delle “associazioni donatori di sangue” con riferimento alla   realtà aziendale in particolare per quanto riguarda la raccolta di sangue e l’organizzazione dei donatori;   svolgere l’attività  promozionale e di reclutamento dei donatori.

 

Fonte: Gruppo donatori Banca Intesa Sanpaolo

 

 

http://www.donatorisangueisp.it/HomePageDonatori.php?act=Donatori

 

 

Fondazione sanità e ricerca

 

La fondazione Sanità e ricerca è dedicata all’assistenza, in ricovero e domiciliare, a persone affette da malattie inguaribili con esigenze di cura complesse.

Nel decorso delle malattie cronico degenerative il mantenimento della dignità umana e del maggior livello possibile di qualità della vita è un diritto sancito nella Dichiarazione universale dei diritti umani (approvata dall’assemblea delle Nazioni unite il 10 dicembre del 1948) e un atto doveroso contemplato nei codici deontologici delle professioni sanitarie.

In piena coerenza con quanto sancito dalle norme internazionali, e in aderenza al principio di sussidiarietà che ispira l’opera degli enti senza fini di lucro, la fondazione è quotidianamente impegnata ad offrire cure che possano garantire la centralità della persona nel rispetto della sua dignità.

La fondazione, in quanto ente no-profit, reinveste le risorse disponibili al proprio interno, configurandosi come un laboratorio di modelli assistenziali che sperimentano l´efficienza dei processi e l´appropriatezza dei servizi, con l’intento di mettere a disposizione della collettività (istituzioni, enti ecc.) i risultati conseguiti e nella speranza di poter offrire un contributo allo sviluppo del sistema socio-sanitario.

L’integrazione tra le differenti tipologie di cure (clinico-sanitarie e psico-sociali) permette di garantire una presa in carico «globale» del paziente, adattando l’erogazione del servizio alle reali necessità dell’individuo e del suo nucleo familiare.

 

Fonte: Fondazione sanità e ricerca

 

http://www.fondazionesanitaericerca.it/

 

Trapianti e salute (Governo italiano)

 

Il sistema trapianti in Italia prevede che il coordinamento dell’attività di donazione, prelievo e trapianto sia articolato su tre livelli: nazionale, regionale e locale. Gli organismi di livello nazionale sono il Cnt e la Consulta tecnica permanente per i trapianti. Il livello regionale è costituito dai centri regionali per i trapianti (Crt), che possono acquisire la denominazione di Centro interregionale per i trapianti (Cirt) qualora le regioni o le province autonome di Trento e Bolzano si associno per l’espletamento di alcune funzioni loro attribuite. A livello locale operano i coordinamenti ospedalieri, le strutture per i prelievi, le strutture per i trapianti e gli istituti dei tessuti, di cui al decreto legislativo 6 novembre 2007, numero 191. Tale organizzazione ha permesso al sistema trapianti italiano di raggiungere livelli di eccellenza record negli ultimi anni sia per qualità dei trapianti effettuati che per condizioni dei pazienti trapiantati, due variabili strettamente legate.

 

Fonte: Trapianti e salute

 

http://www.trapianti.salute.gov.it/cnt/cnt.htm

 

 

Istituto superiore di sanità

 

L’Istituto superiore di sanità, anche Iss, è un ente di diritto pubblico che, in qualità di organo tecnico-scientifico del Servizio sanitario nazionale in Italia, svolge funzioni di ricercasperimentazione, controllo, consulenzadocumentazione e formazione in materia di salute pubblica. L’Istituto è posto sotto la vigilanza del Ministero della salute.

 

Fonte: Wikipedia

 

http://www.iss.it/

Plasma Italia

 

È un servizio innovativo fortemente voluto dal Centro nazionale sangue in collaborazione con le quattro grandi associazioni di donatori italiane (Avis, Fidas, Fratres e Croce rossa), per sensibilizzare e informare il pubblico e gli attori del settore sull’intera filiera del plasma, dalla raccolta fino al frazionamento della materia biologica e la produzione di medicinali plasmaderivati.

 

Fonte: Buonsangue.net

 

http://plasmaitalia2017.c2i.it/

 

 

Istituto italiano donazione (Iid)

 

L’Istituto italiano della donazione (Iid) è un’associazione riconosciuta giuridicamente senza scopo di lucro, indipendente, autonoma e apartitica che, grazie ai suoi strumenti e alle verifiche annuali, assicura che l’operato delle Organizzazioni non profit (Onp) sia in linea con standard riconosciuti a livello internazionale e risponda a criteri di trasparenza, credibilità ed onestà.

 

Fonte: Iid

http://www.istitutoitalianodonazione.it/it/attivita?gclid=EAIaIQobChMI6cXAkIvn2QIVQ5kbCh3zmg2oEAAYASAAEgK-ZfD_BwE

 

 

Associazione italiana per la donazione
di organi, tessuti e cellule (Aido)

 

L’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido) è un’associazione di persone che accettano volontariamente di donare i propri organitessuti e cellule in caso di morte. L’Associazione ha sede legale e direzione operativa a Roma.

 

Fonte: Wikipedia

 

http://www.aido.it/

 

Associazione donatori midollo osseo (Admo)

 

L’associazione Donatori midollo osseo è nata nel 1990 con lo scopo principale di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere, attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo, le leucemie, i linfomi, il mieloma e altre neoplasie del sangue. Infatti per coloro che non hanno un donatore consanguineo la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche.
Admo svolge un ruolo fondamentale di sensibilizzazione, fornisce agli interessati tutte le informazioni sulla donazione del midollo osseo e segue il potenziale donatore fino alla tipizzazione Hla e quindi alla sua iscrizione nel Registro italiano donatori midollo osseo (Ibmdr) nel più assoluto rispetto della normativa sulla privacy.
Admo è il principale interlocutore associativo delle competent authorities nazionali per quanto riguarda lo sviluppo del Registro italiano donatori midollo osseo, i metodi di tipizzazione, le normative sanitarie e anche le politiche di reclutamento su vasta scala.
Admo si rapporta quindi a livello nazionale e internazionale con istituzioni politiche e sanitarie, commissioni scientifiche e associazioni di volontariato impegnate nella tutela del diritto alla salute.

 

Fonte: Admo

https://admo.it/?gclid=EAIaIQobChMIwuu29ovn2QIVOCjTCh31nwhxEAAYASAAEgKiI_D_BwE