Donare il sangue fa bene al colesterolo?
I vantaggi indiretti tra controlli e fluidità

2022-06-27T14:40:43+00:00 27 Giugno 2022|Salute|
di Sergio Campofiorito

Se donare il sangue è uno dei gesti salvavita più altruistici e disinteressati, è altrettante vero che i prelievi forniscono ai volontari una serie di vantaggi sulla salute che resistono nel tempo.

Il donatore di sangue è, nella pratica, il cittadino più controllato a spese del sistema sanitario. Prima di ogni donazione, infatti, vengono svolti test infettivologici per epatiti, sifilide e hiv.

A cadenza annuale, poi, il donatore, viene sottoposto a esami ematochimici e di controllo del sistema epatico, renale e metabolico, con particolare attenzione alla glicemia, ai trigliceridi e al colesteroloUn check up che, se evidenzia anomalie, può essere approfondito da esami specialistici.

donare

Tra i vantaggi della donazione, uno dei più immediati è quello di ridurre i rischi legati alla colesterolemia, ossia la concentrazione di colesterolo nel plasma.

Il colesterolo, un composto che appartiene ai lipidi steroidei, svolge funzioni importantissime nell’organismo: è uno dei componenti delle membrane cellulari; funge da precursore della vitamina D e degli ormoni steroidei, sia maschili, sia femminili (testosterone, cortisolo etc.).

Nel caso in cui, tuttavia, il colesterolo circola nel sistema sangue in concentrazioni elevate si trasforma in un nemico della salute: valori eccessivi, infatti, costituiscono uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare come ad esempio l’aterosclerosi.

Il colesterolo si suddivide poi in Hdl, detto comunemente “colesterolo buono” (trasporta il colesterolo in eccesso al fegato al fine di smaltirlo) e in Ldl (che causa l’ispessimento dei vasi sanguigni) che invece è considerato il “colesterolo cattivo”.

I prelievi di sangue non agiscono direttamente sul colesterolo, ma indirettamente portano vantaggi contro il colesterolo: i prelievi, infatti, riducono la viscosità del sangue che diventa più fluido e riduce la probabilità di formazione di trombi.

Chi soffre di colesterolo alto può donare il sangue? I farmaci che prevengono patologie coronariche non influiscono sulla qualità del sangue, tuttavia chi soffre di una malattia coronarica non può donare il sangue per salvaguardare la propria salute.

Come regola generale, una dieta equilibrata e un po’ di movimento sono i migliori consigli per avere un organismo sano e in salute. E per difendersi dal colesterolo.