Avis Toscana punta sui giovani. Al via una campagna nelle mense universitarie

2022-03-03T14:43:33+00:00 3 Marzo 2022|Donazioni|
Toscana di Giancarlo Liviano D'Arcangelo

Avis Toscana ha le idee chiare e sa bene che per creare una società di donatori duratura bisogna lavorare sulle nuove generazioni.

Ecco perché è molto riuscita la campagna presentata lunedì 28 febbraio a Firenze, a Palazzo Strozzi Sacrati, dove Avis Toscana e Azienda regionale per il diritto allo studio universitario (Dsu) hanno sancito una sinergia per sensibilizzare i giovani studenti sui valori della donazione di sangue. 

La collaborazione è stata firmata dagli assessori regionali all’università Alessandra Nardini e al diritto alla salute Simone Bezzini, dalla presidente di Avis Toscana Claudia Firenze e dal presidente dell’Azienda Dsu Marco Del Medico.

Ma quale sarà la prima iniziativa della campagna? L’idea è originale e ben diretta al target: nelle mense degli Atenei di Firenze, Pisa e Siena, a partire dai prossimi giorni sarà utilizzata una tovaglietta di carta griffata Avis. Le tovagliette realizzate saranno 500mila e l’iniziativa “ricorderà ogni giorno ai giovani seduti a tavola che tutti possono donare sangue e plasma per contribuire a salvare vite umane”.

Donare sangue e adottare stili di vita corretti, legati al proprio benessere.

Toscana

La tovaglietta che sarà utilizzata nelle mense universitarie toscane

Claudia Firenze ha spiegato per Donatorih24, le ragioni profonde di questa iniziativa. “Abbiamo pensato di rendere la collaborazione con il Diritto allo studio universitario più strutturale – ha detto la presidente di Avis Toscana – Per questo alla presenza degli assessori regionali all’università Alessandra Nardini e alla salute Simone Bezzini abbiamo firmato una convenzione che ha come scopo la promozione di corretti stili di vita oltre che della donazione di sangue e plasma. La prima azione è stata quella di inondare tutte le 28 mense universitarie della regione con mezzo milione di tovagliette che invitano al “dona in doppio”, ma proporremo momenti di incontro nelle mense e nelle università. Il prossimo passo sarà infatti quello di allargare la collaborazione agli atenei toscani. Peraltro la Rettrice di Unifi Alessandra Petrucci sarà nostra ospite al Forum Donne Toscana dedicato alle “Donne che fecero l’impresa” il prossimo 12 marzo a Pistoia”.

Concetti ripresi dal presidente dell’Azienda regionale per il diritto allo studio, Marco Del Medico :“Il Dsu Toscana riconosce il grande valore sociale della donazione e condivide l’intento di Avis di sensibilizzare gli universitari su un tema così importante, collaborando alle iniziative informative rivolte alla popolazione studentesca per stimolarne la partecipazione attiva ed il coinvolgimento in azioni concrete. Con l’accordo si consolida la partnership, per promuovere azioni di comunicazione congiunte sul valore della donazione e altre attività future, mettendo a disposizione gli spazi presenti nelle sedi di servizio dell’Azienda sul territorio regionale dove maggiore è la presenza e l’aggregazione degli iscritti agli atenei toscani”.

“Anche l’assessora all’università Alessandra Nardini si è detta molto fiera dell’accordo, una sinergia che “punta a far crescere tra i giovani la cultura del dono, della solidarietà, dell’importanza dell’universalità delle cure. Stiamo uscendo da una fase difficile, che ha comportato anche difficoltà di reperimento di sangue e plasma, e questo vogliamo sia un concreto messaggio di ripartenza e speranza, consapevoli dell’insegnamento di questa pandemia: nessuno può farcela da solo. Un sincero grazie a Avis Toscana per il prezioso impegno che porta avanti nel nostro territorio e all’Azienda per il diritto allo studio universitario, per aver scelto di sostenere questa collaborazione. Sono convinta che con questa iniziativa farà crescere il numero di studentesse e studenti che vorranno dare il proprio contributo a salvare vite e far tornare a sorridere molte persone”.

ToscanaL’iniziativa è destinata a ingrandirsi. Del come se ne parlerà al Forum Donne Toscana intitolato “Donne che fecero l’impresa” in programma sabato 12 marzo al Piccolo teatro Mauro Bolognini di Pistoia.

In una sede così prestigiosa, “donne protagoniste della vita civile, rappresentanti di realtà fondamentali, come l’università, la stampa, le forze dell’ordine, il terzo settore, il volontariato” dialogheranno per cercare vie d’azione atte a migliorare la nostra società.

La strada verso l’autosufficienza sangue e plasma passa inevitabilmente dalla capacità di coinvolgere i più giovani in processi di sensibilizzazione che li porti in prima linea con un ruolo attivo.