Avis, mancano medici e infermieri: a rischio la raccolta di sangue

2021-10-04T14:02:58+00:00 5 Ottobre 2021|Attualità|
mascherine

Una crescita personale e professionale garantita, in un contesto giovane e formativo. Potrebbe essere il lancio di Avis provinciale Bergamo per la ricerca di nuovi medici, soprattutto neolaureati. In realtà è la sintesi dell’esperienza di tre dottoresse che, causa incompatibilità con l’accesso alla specializzazione, questo mese dovranno lasciare, insieme ad altri nove colleghi, la loro attività (prevalentemente nei fine settimana) all’interno dell’associazione dei donatori di sangue. Aspetto che qualche criticità, anche in termini di raccolta di sangue e plasma, rischia di crearlo.

LEGGI la notizia su ecodibergamo.it