Gli anticorpi spiegati da Avis nazionale
Il video informativo del presidente Briola

2021-08-20T15:29:36+00:00 16 Agosto 2021|Primo Piano|
farmaco anticorpi di Redazione

Cosa sono gli anticorpi? E a cosa servono?

Avis nazionale, in tempo di pandemia da Covid-19, ha pensato di informare il pubblico e spingerlo a conoscere meglio il proprio corpo, spiegando le funzioni di questo esercito “speciale” contro le malattie di cui è dotato il nostro organismo.

Gianpietro Briola, presidente di Avis nazionale, in un video breve di circa 1 minuto e mezzo, ha risposto a interrogativi semplici eppure focali, offrendo una panoramica esaustiva in fatto di divulgazione.

Ecco in basso il video, da gustarsi e condividere:

Cosa sono gli anticorpi, dove si trovano, in che modo si sviluppano grazie ai vaccini e non e come agiscono.

Tutto quello che bisogna sapere come conoscenza basica sul nostro sistema immunitario, un servizio certamente utile in un periodo in cui il tema delle vaccinazione è all’ordine del giorno sui media mainstream e  filtrano fin troppe opinioni che ignorano anche le informazioni più basiche.

Il sangue, dunque, si conferma grande flusso informativo per il nostro organismo, oltre che materia biologica necessaria a salvare delle vite. In quest’ottica, può essere molto importante anche il dono dei vaccinati, come ha ribadito lo scorso 21 giugno il direttore del Centro nazionale sangue Vincenzo De Angelis, in occasione di alcune fake news che erano emerse sul fato che i vaccinati Covud-19 fossero impossibilitati al dono.

È molto grave diffondere false informazioni sulla donazione di sangue, specie alla vigilia di un periodo come quello estivo in cui storicamente si registrano carenze spiegò De Angelis – Non c’è nessuna differenza tra il sangue dei vaccinati e quello dei non vaccinati, entrambi salvano vite ogni giorno, e anzi ci auguriamo che siano sempre di più i donatori immunizzati, sarebbe un segno ulteriore dei progressi nella lotta al virus”.

Un concetto ribadito spesso dallo stesso Briola.

Tutti a donare dunque, anche in pieno agosto, perché il bisogno di sangue non va mai in vacanza.