Proteina “di fusione” contro l’emofilia, una “tecnica da estendere”

2021-07-28T19:28:53+00:00 29 Luglio 2021|Attualità|

Modificare la molecola di un farmaco per renderlo migliore, esattamente come fa un meccanico quando potenzia il motore di un’auto. È quanto fatto dai biotecnologici dell’università di Ferrara con la messa a punto di una nuova super-proteina per la cura dell’emofilia di tipo B.

LEGGI la notizia su lanuovaferrara.it