L’attore Montesano: “Sacche dei donatori vaccinati gettate via”. La risposta dell’Avis: “Fake news”

2021-06-21T15:55:53+00:00 22 Giugno 2021|Attualità|

“Il sangue dei donatori vaccinati si coagula ed è inutilizzabile”. Vespaio di polemiche per le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Enrico Montesano, noto attore romano seguitissimo sui social. “Gira sulla rete questa notizia – ha detto Montesano -, io ho avuto conferma da un amico che conosce una persona di rango e di grande responsabilità nell’Avis. Pare che chi è stato vaccinato e ha donato il sangue, questo sangue si sia coagulato e hanno dovuto buttare via le sacche. C’è quindi bisogno del sangue dei non vaccinati, quindi ministro Speranza, generale Figliuolo li lasci stare questi che resistono (rivolto probabilmente a chi non si vaccina, ndr), perché ne avrete bisogno”. Il post è diventato virale, incassando migliaia di commenti e condivisioni.

Chiamata in causa, la risposta dell’Avis, tramite la sua carica più autorevole, non si è fatta attendere: “Donare il sangue – ha ribattuto il presidente Gianpietro Briola – dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid non comporta alcun rischio né per il donatore stesso né per i pazienti a cui trasfonderlo. Affermare il contrario, come ha fatto il signor Enrico Montesano nel suo video, è un gesto altamente pericoloso per gli equilibri del nostro sistema sanitario, ma in particolare lesivo nei confronti di Avis e di tutti i donatori che, quotidianamente, compiono questo gesto di solidarietà, a garanzia del diritto di cura di ogni malato. Peraltro – chiosa Briola – scientificamente parlando, da medico, posso ribadire quanto il plasma dei donatori vaccinati o convalescenti, ricco di anticorpi, potrà risultare una fonte primaria per l’estrazione di immunoglobuline, farmaco utile alla terapia e per la prevenzione dell’infezione da Covid”.

La controreplica di Montesano è stata un cercare di gettare acqua sul fuoco: “Prendo atto della smentita del presidente dell’Avis con sollievo, esorto i miei detrattori a stare sereni e tranquilli. Mi sono fatto soltanto portavoce, col beneficio del dubbio, di una notizia che si può trovare in rete. Sono stato male interpretato”.