Una call to action via Facebook per donare il plasma
Fidas ricorda Aldo Ozino Caligaris chiedendo un gesto concreto

2021-03-18T16:40:16+00:00 9 Marzo 2021|Donazioni|
di Giancarlo Liviano D'Arcangelo

Esistono personalità che lasciano un segno nei contesti in cui operano, e che, anche quando il loro lavoro quotidiano sul campo s’interrompe giocoforza, hanno già creato un circolo virtuoso di energie destinato a durare nel tempo. Una di questa  personalità è stata, senza alcun dubbio, quella di Aldo Ozino Caligaris, presidente Fidas dal 2003 fino allo scorso 28 febbraio 2020, data in cui è venuto a mancare.

Ozino Caligaris ha dedicato tutta la sua vita a far crescere il sistema trasfusionale italiano, a renderlo più sicuro e migliorare anno dopo anno i livelli di autosufficienza del plasma, verso un risultato ottimale su cui aveva le idee molto chiare: “Se tutti i donatori di sangue effettuassero una sola donazione di plasma all’anno, avremmo già da tempo raggiunto l’autosufficienza nazionale”, era il suo pensiero.

Il logo della Fidas

Per ricordarlo attivamente, e nel migliore dei modi, la Fidas ha organizzato un evento Facebook collettivo, con l’obiettivo di riunire intorno alla figura dell’ex presidente il maggior numero possibili di confederate e di donatori: si tratta di un evento che parte dal social più diffuso nel nostro paese, Facebook, per divenire molto concreto e trasformarsi da virtuale in reale, perché si tratta di una vera e propria call to action a prenotare una donazione di plasma.

Clicca qui per iscriverti alla “Donazione di plasma in memoria di Ozino Caligaris”

L’evento dura due settimane: è iniziato il 28 febbraio e terminerà il 14 marzo, ed è stato condiviso da tutte le 77 confederate Fidas, in modo che il ricordo di una figura così carismatica per tutto il sistema trasfusionale italiano sia celebrato attraverso un’azione molto concreta a favore dei pazienti di tutte quelle patologie che, lo ricordiamo, possono migliorare la propria qualità della vita grazie ai plasmaderivati.

Il presidente di Fidas Nazionale, Aldo Ozino Caligaris

Per Ozino Caligaris, il dono del plasma è stato sempre una tematica di grande impegno, come dimostra questa intervista rilasciata a Buonsangue nel 2016, intervista in cui emergono punti chiave per tutto l’universo plasma italiano come il valore di un sistema pubblico in conto terzi, il valore del dono gratuito, la centralità del paziente in un sistema trasfusionale ispirato da profondi ideali etici, e il necessario ricambio generazionale tra i donatori.

Anche Giovanni Musso, attuale presidente Fidas, ha voluto rilasciare una dichiarazione per Donatorih24, al fine di sottolineare l’importanza di questa piccola “chiamata alle armi” verso un gesto di solidarietà chiamato aferesi, in un momento in cui, come dimostrano i dati di raccolta plasma a gennaio 2021, c’è un calo progressivo di donazioni che non deve spaventare, ma tenere all’erta i volontari e gli operatori.

“Come FIDAS abbiamo voluto ricordare Aldo non facendo memoria della sua scomparsa – ha detto Musso – bensì della sua vita, dei suoi insegnamenti dai quali tutti noi abbiamo imparato molto. Per questo abbiamo scelto di impegnarci una volta di più nella promozione del dono del plasma, perché sono tantissime le persone che traggono beneficio da questa tipologia di dono e, come ci ha insegnato Aldo, basterebbe veramente poco per poter raggiungere l’obiettivo dell’autosufficienza nazionale: basterebbe che ognuno di noi facesse la sua parte”.

Ora non resta che iscriversi, prenotare e donare plasma, per sé stessi e per la collettività tutta.