Plasma: le risposte degli esperti in dieci clip

2020-12-18T14:45:19+00:00 17 Dicembre 2020|Attualità|
di Laura Ghiandoni

Parlare di plasma non è mai stato così attuale come in questo periodo di epidemia di Covid, quando non solo si sta svolgendo la sperimentazione Tsunami, che verificherà una volta per tutte la sieroterapia come risposta d’emergenza al virus, ma anche perché la carenza di plasma dovuta al crollo delle donazioni in America, mette oggi in guardia medici e pazienti di tutto il mondo.

All’incontro svoltosi il 16 dicembre online su DonatoriH24 e Avis, sono intervenuti alcuni dei personaggi che oggi più rappresentano il mondo del sangue.

Vaccino si, vaccino no: il governo come coinvolgerà i cittadini?

Il generale di divisione Girolamo Petrachi, delegato del vice ministro della Salute Sileri, ha raccontato quali mosse il governo potrebbe compiere per coinvolgere la popolazione alla vaccinazione contro il Covid-19, considerato che un 20 per cento della popolazione secondo le stime non vorrà sottoporsi a vaccino.

Il generale Girolamo Petrachi spiega perché l’impegno del governo sul territorio sarà capillare.

 

Il plasma iperimmune e i media: perché tante polemiche?

Il portavoce Civis e presidente Fidas, Giovanni Musso, spiega il suo punto di vista su come è stata trattata la questione della terapia con il plasma iperimmune dai media nazionali.

 

Le associazioni e il coordinamento per la donazione di plasma iperimmune

Le associazione di donatori in questi mesi hanno dovuto rispondere all’arrivo dell’epidemia anche organizzando la raccolta di plasma iperimmune. Raccolta che li ha resi impegnati protagonisti su tutto il territorio italiano. Ma come è andato il coordinamento dei gruppi? Cosa è andato bene e cosa no? Risponde Giovanni Musso, portavoce di Civis.

 

Il calo della raccolta plasma ed il sentimento dei pazienti

Alessandro Segato, presidente dell’associazione immunodeficienze primitive, racconta qual è il sentimento di chi in questo periodo vede le scorte di plasma diminuire negli Stati Uniti e attende il contraccolpo in Italia per un possibile crollo della produzione di farmaci plasmaderivati.

 

Il plasma iperimmune. A che punto è la sperimentazione?

Qual è il bilancio della sperimentazione Tsunami? Il plasma iperimmune è una terapia che può contribuire nella cura ai pazienti di Covid? Il dottor Menichetti, principal investigator di Tsunami, fa il punto della situazione oggi che la sperimentazione è terminata.

 

Come migliorare la raccolta sangue?

Giovanni Camisasca, referente plasmaderivazione Src Piemonte, ha introdotto la nuova proposta del governo di centralizzare il mondo della raccolta, intendendo così migliorare tutto il sistema del sangue.

Perché manca il personale sanitario nel trasfusionale?

Nel mondo della raccolta sangue uno dei problemi principali è che mancano i medici trasfusionisti. Il presidente Avis, Gianpietro Briola, spiega la problematica e quali potrebbero essere le soluzioni.

I numeri della raccolta nell’anno del Covid

Gianpietro Briola, presidente Avis, racconta i numeri della raccolta sangue e plasma di quest’anno caratterizzato dall’epidemia di Covid. Interviene inoltre introducendo il funzionamento della filiera dei plasmaderivati legata anche alle donazioni negli Usa e parlando dell’importanza del plasma per l’autosufficienza in Italia.

Donazione remunerata o no? Parlano i pazienti

La donazione è giusto che sia remunerata o no? Alessandro Segato, presidente di Aip, Associazione immunodeficienze primitive, ha detto perché secondo i pazienti il sistema italiano del sangue è più etico.

 

GUARDA il video integrale dell’evento