“Noi plasma e voi?” Ecco i temi del live appena concluso
In 10 momenti, tutto ciò che c’è da sapere sul plasma

2020-12-18T08:50:05+00:00 16 Dicembre 2020|Attualità|
di Redazione

Un parterre di grande autorevolezza coordinato dal direttore di Donatorih24 Luigi Carletti ha approfondito le questioni chiave dell’universo plasma: in attesa del consueto approfondimento, ecco gli highlights dell’incontro che ha visto protagonisti il generale di divisione Girolamo Petrachi, delegato del vice ministro della Salute Sileri, il dottor Francesco Menichetti, coordinatore nazionale progetto Tsunami e direttore U.O. malattie infettive Azienda ospedaliero-universitaria pisana, il dottor Giovanni Camisasca, referente plasmaderivazione Src Piemonte, Giovanni Musso, presidente Fidas e portavoce pro tempore Civis (Coordinamento inter associativo volontari italiani sangue, Alessandro Segato, presidente Aip (Associazione immunodeficienze primitive) e Gianpietro Briola, presidente Avis Nazionale.

  1. La campagna di vaccinazione che comincerà a gennaio in 1500 piazze italiane

Il generale Petrachi: “L’immunità di gregge si realizza solo con una percentuale alta di vaccinati e bisognerà insistere con campagne stampa e mediatiche che possano spiegare quali vantaggi del vaccino”

  1. Il plasma iperimmune: la questione mediatica

Musso: “Come rappresentate associativo note che c’è stata una comunicazione buona e una cattiva”.

  1. La percezione dei pazienti bisognosi di emoderivati

Segato: “I pazienti sono molto preoccupati”.

  1. Il plasma iperimmune e il progetto Tsunami

Menichetti: “La nostra ricerca è andata molto bene ed è fondata sulla donazione volontaria. Ora dobbiamo andare oltre e basarci sui risultati”.

  1. Il funzionamento delle strutture sanitarie

Camisasca:” Oggi rispetto al passato siamo stati molto ridimensionati sul piano delle risorse”.

  1. il personale medico dei centri trasfusionali

Briola: “C’è tutto un mondo aperto sui medici che potrebbero venire a lavorare in convenzione nei centri trasfusionali associativi”.

  1. Il plasma come risorsa strategica per il Paese

Musso: “Siamo dipendenti dal mercato per il 30% e dobbiamo raggiungere l’autonomia”.

  1. I numeri della raccolta ematica

Briola “I numeri della raccolta sangue che abbiamo visto non sono negativi perché molto ospedali sono stati trasformati in ospedali Covid-19 e c’è stato minor consumo”.

  1. Troppa importanza al vaccino?

Menichetti. “Il paese ha bisogno di lanciare una grande campagna vaccinale e l’attenzione va tutta lì, ma noi che siamo tecnici dobbiamo ricordare a noi stessi e al pubblico che bisogna approfondire tutte le strade”

  1. Raccolta etica o raccolta a pagamento?

Briola: “L’approccio etico fa sì che la tutela del paziente sia importante quanto la tutela del donatore”.