Raccolta plasma a ottobre 2020, c’è un calo significativo
Quasi un 20% in meno rispetto a ottobre dello scorso anno

2020-11-26T17:16:46+00:00 25 Novembre 2020|Donazioni|
di Giancarlo Liviano D'Arcangelo

I numeri

L’estate della raccolta plasma era stata altalenante, con una buona ripresa coincisa con il mese di settembre: ora nel mese di ottobre si registra un calo significativo praticamente su tutto il territorio nazionale, che si spera possa essere recuperato negli ultimi due mesi dell’anno, novembre e dicembre: in totale, dai dati diffusi dal Centro nazionale sangueil calo generalizzato di ottobre corrisponde al 19,6%,  e come si può vedere in figura 1, i triangoli rossi che indicano le regioni che hanno peggiorato la propria performance riguardo al 2019 sono dominanti su tutto il tabellone. Solo la Valle d’Aosta, con un +3,9%, e la Basilicata con un +3,7% fanno registrare un miglioramento. Colpisce invece il calo in alcune delle regioni guida, quelle più popolate del nord: la Lombardia cala del 10,6%, il Veneto del -11,7%, il Piemonte del 12%.

Fig. 1 Raccolta plasma ottobre 2020 vs ottobre 2019

In figura 2 tabella 3 invece, nel dettaglio, è possibile vedere quali sono i dati regionali della raccolta complessiva in chilogrammi nel periodo gennaio/ottobre 2020 vs gennaio/ottobre 2019: sono quasi 22k i chilogrammi di plasma che mancano all’appello, e una quantità importante, circa 7k, sono dovuti alla Lombardia.

Fig. 2 Raccolta plasma in chilogrammi gennaio/ottobre 2020 vs gennaio/ottobre 2019

Lo scenario

Appare probabile che il calo di questo mese sia imputabile alla rinnovata difficoltà, da parte del paese, a riorganizzarsi per la seconda ondata: con la chiusura di molte regioni e la percezione di un quadro Covid piuttosto complesso probabilmente il pensiero al dono è stato rimandato. Tuttavia, anche grazie al crescente dibattito sul plasma iperimmune sui media principali, è possibile che nei prossimi mesi ci sarà il tanto importante recupero. Essere informati in fatto di plasma è estremamente importante per la comunità,  e anche le parole in esclusiva pronunciate per Donatorih24 dal presidente di Avis Gianpietro Briola, chiariscono che il dono del plasma a partire da ora ai prossimi mesi sarà un gesto decisivo per la salute di tantissimi pazienti, afflitti dal Covid-19 e non solo.

Leggi l’intervista esclusiva a Gianpietro Briola