5 semplici passi per donare plasma iperimmune e aiutare il prossimo

2020-11-25T10:05:50+00:00 25 Novembre 2020|Regole|
plasma iperimmune donare di Laura Ghiandoni

In questi mesi di ritorno dell’epidemia tante persone sopravvissute al Covid vorrebbero compiere quell’atto di generosità verso gli altri pazienti che ancora stanno lottando contro la malattia, e donare il plasma iperimmune.

La terapia oggi è utilizzata in alcuni ospedali come cura d’emergenza, in attesa del vaccino o di terapie standardizzate riconosciute ufficialmente. Come ha spiegato il dottor Menichetti, oggi solo alcuni ospedali stanno partecipando alla sperimentazione Tsunami, ma in tutta Italia i centri si sono organizzati per la raccolta.

Per chiunque volesse proporsi come donatore, ecco cinque passi per riuscire a donare il siero da convalescente.

Come donare plasma iperimmune oggi

Step 1

Conoscere e informarsi sulle caratteristiche richieste per diventare idonei alla donazione di plasma iperimmune. Può esserlo chi ha tra i 18 e i 65 anni, chi ha avuto un tampone risultato positivo da Covid, ma che ora è guarito e in salute. Le ultime ricerche, secondo Monia Pacenti la dirigente del reparto di virologia dell’azienda ospedaliera di Padova hanno indicato che chi ha avuto il Covid con sintomi gravi ha più probabilmente sviluppato gli anticorpi utili per combatterlo.

Step 2

Il secondo passo è quello di trovare il centro trasfusionale più vicino che raccoglie il plasma iperimmune. Individuare quale struttura ha a disposizione la strumentazione utile per la raccolta oggi è semplice grazie alla lista degli ospedali diffusa dal Centro nazionale sangue.

Ecco tutti gli ospedali dove donare plasma iperimmune

Se la propria regione non ha il servizio di raccolta plasma iperimmune, come accade per il Molise e la Sardegna, è possibile rivolgersi al centro trasfusionale di un’altra regione.

Step 3

Dopo che si è individuato l’ospedale in cui è attiva la raccolta, sarà necessario contattare il centro trasfusionale. Come trovare il numero di telefono? Basterà cercare sul web o sulle pagine bianche, ma si può parlare anche con il centralino dell’ospedale e chiedere il numero diretto.

Step 4

Dopo che si è individuato l’orario di apertura del centro in cui la donazione di plasma iperimmune è presente, si potrà contattare la struttura via telefono e parlare con il ricercatore che si occupa specificatamente della questione.

I centri trasfusionali sono aperti generalmente la mattina, sono attivi per poche ore, perciò prima di chiamare è consigliabile porre l’attenzione sulla fascia oraria di apertura.

Step 5

Al telefono, rispondere correttamente alle domande del personale è l’ultimo passo per permettere al medico di comprendere se potenzialmente si è idonei alla donazione. Le informazioni che il medico raccoglierà per verificare le condizioni di salute dell’aspirante donatore permetteranno di decidere se attivare la procedura per la selezione. Durante il colloquio verrà stabilito il giorno e l’ora per il primo appuntamento al centro trasfusionale.