Grosseto, l’Avis provinciale: “No al continuo turnover di medici nel centro trasfusionale”

2020-08-21T03:05:32+00:00 21 Agosto 2020|Attualità|
mascherine

Un continuo cambio di personale medico non migliora il lavoro del centro trasfusionale di Grosseto, né fa bene ai donatori di sangue. Lo scrive Carlo Sestini presidente Avis di Grosseto in una lettera in cui saluta il medico responsabile del reparto Fabrizio Niglio ed evidenzia i continui turnover avvicendatisi negli ultimi anni nell’ospedale maremmano.

Il portavoce parla per tutti i donatori sul territorio avanzando possibili soluzioni per risolvere il problema: “Sarebbe forse il caso di trovare un sistema che “vincolasse” il dipendente ad un numero minimo di anni di servizio presso il territorio di riferimento, anche perché- spiega Sestini- i donatori non sono dei pazienti. Si tratta di persone in salute che in maniera volontaria, gratuita, anonima, periodica e responsabile, donano una parte di sé stesse.  Per loro il medico è un punto di riferimento, un amico, una persona con la quale confidarsi e con cui instaurare un rapporto fiduciario”.

LEGGI l’articolo su Maremmanews.it