L’estate, la carenza e l’invito al dono
Le campagne e l’impegno di Fratres

2020-09-03T16:02:18+00:00 20 Agosto 2020|Primo Piano|
donare-sangue di Laura Ghiandoni

Abbiamo superato la metà dell’estate e la consociazione Fratres, come anche le altre associazioni di donatori di sangue, è attiva al massimo nelle quattordici regioni dove opera con campagne di sensibilizzazione volte a coinvolgere in questo particolare periodo di vacanze, i donatori. I mesi di luglio e agosto ciclicamente rappresentano per tutto il sistema sangue il periodo in cui il rischio carenza torna in auge a causa del momento di partenze e viaggi, e per questo motivo l’impegno a ricordarsi di donare tutti per supportare le terapie salvavita dei pazienti affetti da patologie del sangue, diventa una priorità per tanti gruppi di volontari.

Per parlare del lavoro di Fratres, la consociazione derivante dalla Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia, abbiamo intervistato il referente della commissione promozione, Luigi Mangione.

Quali sono le campagne di sensibilizzazione con le quali Fratres cerca di sottolineare l’importanza della donazione oggi?

In questo periodo in cui ancora il Covid-19 condiziona tutto il sistema della donazione è valida la nostra campagna nazionale “Iostoattentomadono”.

Fratres sangue estate 2020La consociazione nelle quattordici regioni dove è presente cerca di invitare tutti a donare mentre sottolinea l’importanza delle misure di sicurezza da adottare ancora di più ora che il rischio contagi è in aumento. Le regole applicate, oltre ad evitare la diffusione della patologia, mettono al sicuro i donatori e i riceventi.

E sul tema dei riceventi? Che cosa si intende quando si dice che il bisogno di sangue non va in vacanza?

La Fratres ha la campagna congiunta con la federazione United, che raccoglie le associazioni di pazienti colpiti da talassemia, drepanocitosi e anemie rare. La campagna si intitola “Legami di sangue”, il nome si riferisce al grande legame che si viene a generare tra donatore di sangue e paziente.

Quest’ultimo deve ricevere il sangue per sostenere le terapie collegate ai problemi ematologici e deve confrontarsi con una carenza che regolarmente si manifesta in estate.

Donare sangue è necessario per garantire il diritto alla salute di talassemici, drepanocitici e anemici, ma anche per chi si cura con i plasmaderivati. Per ovviare a questo problema la disponibilità ematica sul territorio italiano durante questa stagione di ferie è fondamentale.

Come possono accedere alla donazione tutti coloro che volessero aiutare in questo periodo ad assicurare ai pazienti la possibilità di curarsi?

Questa estate grazie alle autoemoteche acquistate con il fondo ed il contributo nazionale “Conservazione sviluppo e integrazione”, noi di Fratres organizziamo giornate di raccolta con una frequenza in quantità record. Con la nuova strumentazione in molte parti d’Italia sarà possibile donare sangue nelle strutture Fratres e non solo nei centri pubblici trasfusionali.

E per rafforzare ancora di più lo slancio a donare tutti, ci sono altre associazioni con le quali state collaborando?

A Napoli venerdì 31 luglio è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra la consociazione Fratres e Donatorinati della Polizia di Stato. Claudio Saltani, presidente dell’associazione, insieme al presidente Fratres Vincenzo Manzo, hanno deciso di unire le forze per sopperire alla carenza di donazioni che si presenta in particolar modo in questo periodo.

Nello stesso giorno abbiamo effettuato una raccolta sangue con autoemoteca in cui sono stati invitate a donare anche le Fiamme Oro. In una giornata di maratona della donazione avvenuta in tutta Italia sono state raccolte 116 sacche di sangue.

E per il continuo dell’estate? Ci saranno altre iniziative?

Siamo in attesa della Notte della Taranta, che si svolgerà ad agosto a Melpignano nel Salento. Siamo i partner sociali dell’evento e gli anni scorsi partecipavamo con il nostro gazebo offrendo gadget e parlando ai partecipanti. Negli scorsi anni siamo rimasti molto sorpresi dell’interesse manifestato per la donazione del sangue dai giovani durante il concerto.

Quest’anno, a causa del Covid-19, si svolgerà a porte chiuse sabato 22 agosto e verrà mandato in onda il 28 agosto su Rai 2 alle 22.50. Sarà un evento più soft e vedremo come andrà. Noi saremo presenti via social e durante tutti i comunicati stampa.

Doneremo ai presenti i gadget Fratres. In particolare le nostre penne che sono state richieste espressamente dagli organizzatori del concerto a cui sono piaciute molto…