Plasma iperimmune, in Egitto è traffico illecito

2020-06-21T00:00:41+00:00 21 Giugno 2020|Mondo|

In Egitto il plasma dei guariti è commercio illegale. Il deputato egiziano Amal Rizkallah ha presentato il 10 giugno una mozione che richiedeva un briefing da parte del primo Ministro e ministro della Salute sulla vendita di plasma di sopravvissuti al coronavirus ai pazienti, il cui costo sarebbe di oltre 2mila dollari.
Commentando il traffico illecito, Ayman Abul Ela, membro della commissione parlamentare per la salute, ha dichiarato il 9 giugno che il traffico di plasma è un crimine, ha inoltre rivolto alla commissione un discorso contro lo sfruttamento dei sopravvissuti al coronavirus che vendono il loro plasma per il trattamento dei pazienti coronavirus.
Il parlamentare ha osservato che la vendita di plasma è considerata un crimine ai sensi della legge della Sharia.

LEGGI l’articolo su Al-monitor.com