Giornata mondiale del donatore
Gli eventi a cui partecipare in tutta Italia

2020-06-13T22:00:06+00:00 12 Giugno 2020|Attualità|
di Laura Ghiandoni

Domenica 14 giugno il nostro Paese avrebbe dovuto ospitare le celebrazioni della Giornata mondiale del donatore di sangue, evento ideato nel 2004 dall’Organizzazione mondiale della sanità e rimandato almeno nelle sue celebrazioni ufficiali a causa dell’epidemia di Covid-19.
L’istituto mondiale aveva scelto l’Italia per ospitare la manifestazione in questo 2020, indicandola a modello per tutti gli altri paesi, grazie al nostro sistema sangue che si fonda su principi di gratuità e sicurezza del dono al fine di tutelare al meglio donatore e ricevente.

Ecco alcuni degli eventi che si svolgono per la Giornata mondiale del donatore di sangue in tutto il week-end

Nonostante la maggior parte delle celebrazioni “fisiche” siano state rinviate, sono moltissime le attività in programma sui social per ricordare l’importanza dei donatori volontari, e di una risorsa che è fondamentale per la cura di milioni di pazienti più o meno gravi in tutto il mondo.
Partecipare, anche virtualmente, significa trovare un’occasione in più per generare consapevolezza su un tema che, a causa dell’epidemia di Covid-19, è diventato ancora più attuale per i cittadini, e che si è finalmente imposto anche per l’impatto sui mass media.
Il diritto alla salute, oggi, nel periodo dopo Covid-19 è infatti un tema su cui ci confrontiamo quotidianamente, e che unisce tutti gli italiani.

Gli appuntamenti on-line da non perdere in italia

Da oggi fino a domenica 14 giugno – nonostante le celebrazioni ufficiali siano come già accennato rimandate al prossimo anno – saranno numerose le iniziative delle associazioni di donatori che si svolgeranno in tanti comuni d’Italia, e la maggior parte di esse avranno luogo online.

Sabato 13 giugno, a mezzogiorno, il portavoce Civis e presidente Avis Gianpietro Briola ringrazierà i donatori di sangue sul sito e sui social dell’associazione Avis. Nel pomeriggio l’associazione pubblicherà invece la nuova campagna di sensibilizzazione “Fil Rouge” a cui hanno partecipato le atlete della ginnastica ritmica.

Domenica 14 giugno alle ore 10, sempre sul sito Avis, sarà possibile guardare il video delle testimonianze che hanno voluto inviare alcuni donatori di tutto il mondo, per spiegare che cosa significhi per loro la Giornata mondiale della donazione, e quanto importante sia stata la scelta di iniziare a donare il sangue. Nel pomeriggio, infine, verrà anche rilanciato nella stessa pagina Avis il documentario “Senza confini”.
E non è tutto, c’è anche una sorpresa: registrandosi alla piattaforma Mymovies.it si potrà prenotare uno dei 1000 posti a disposizione per assistere gratuitamente, domenica 14 giugno alle ore 20, al film “La famiglia Belier”.
Sempre domenica alle ore 18 si svolgerà l’appuntamento con il webinar “Anticorpi da fake news” organizzato da Avis Aprilia in collaborazione con la sede di Cento, in provincia di Ferrara.

Le iniziative social da seguire in tutta italia

Poiché la Giornata mondiale del donatore è stata rinviata per evitare assembramenti nella fase post epidemica, molte sedi associative sul territorio hanno moltiplicato il loro sforzo partecipativo sfruttando i social. Tantissime le idee sviluppate, per cui ai donatori periodici e agli associati non mancheranno possibilità di aggregazione virtuale.
A Polaveno-Brione, in provincia di Brescia, l’Avis ha creato l’hashtag #avisfilrouge, per permettere a tutti gli iscritti e simpatizzanti di raccontare la propria testimonianza, e dare così il proprio contributo al tema della donazione attraversi fotografie e contenuti da condividere sulla pagina Facebook del gruppo.

I giovani di Fidas hanno creato invece l’evento intitolato “Red Celebration, i Giovani Fidas alla conquista della giornata mondiale della donatore di sangue”. Si partecipa all’iniziativa indossando qualcosa di rosso e poi scattandosi una foto. Le immagini saranno raccolte e condivise nel profilo Instagram @giovaniFIDAS. Il 14 si potrà partecipare sempre su Instagram, ad alcuni quiz tematici.
La Fratres di Lastra a Signa, infine, per questa giornata condivide sui social lo slogan molto esplicativo su valore del dono “Dona sangue e rendi il mondo un posto più sano”.

Mentre la Fidas Valle d’Aosta invita per l’occasione tutti i donatori a creare foto e video nei quali invitano a donare.

La città si tinge di rosso per la Giornata mondiale del donatore

Non mancheranno le idee suggestive: moltissimi edifici e monumenti in tutto lo stivale si tingeranno di rosso, come era indicato nella campagna di sensibilizzazione. In ordine sparso: a Robbio, in Lombardia, per l’occasione si illuminerà di rosso il municipio, mentre a Rovereto, in provincia di Trento, sarà il teatro comunale a prendere il tono del nostro sangue.

Nel Lazio, a Latina, rosso intenso per l’orologio della torre comunale grazie alle sezioni dell’Avis locale. La Fidas Calabria tingerà di tinte rosseggianti la torre normanna di San Marco Argentano e anche Palazzo Gentile a Bitonto cambierà colore grazie all’Avis locale.

Le iniziative culturali e sportive sul tema della raccolta sangue

“La vetrina più bella” è il concorso ideato sempre da Avis Bitonto, in provincia di Bari, per condividere insieme ai commercianti il concetto di amore verso la donazione. Verrà premiata la più bella vetrina che, utilizzando il rosso come colore principale, raccoglierà il maggior numero di voti dal pubblico, voti che saranno raccolti dal 9 al 14 giugno.
A Bologna la Fidas Gnarro Jet Mattei della sezione di donatori e podisti svolgerà quest’anno “La terza camminata della Giornata mondiale del donatore”, alla quale i partecipanti possono iscriversi andando sulla pagina dell’associazione, e poi percorrendo le distanze previste in maniera autonoma.
Anche il gruppo Fratres Cassibile, in provincia di Siracusa, per domenica organizza una bella gara podistica alla quale è possibile partecipare autonomamente o in gruppo.

Informarsi e donare il sangue in piazza

La Giornata mondiale del donatore, tuttavia, in molti comuni sarà anche occasione di raccolta, con il coinvolgimento dei cittadini alla donazione grazie a tavoli posizionati nelle strade e nelle piazze, o alle autoemoteche parcheggiate nei luoghi strategici. Il lavoro dei volontari, dunque, sarà come sempre fondamentale.

La sezione Fratres di San Gimignano, in Toscana, per esempio, sarà presente domenica 14 giugno in piazza Duomo, dalle 10 alle 18, per farsi conoscere e sensibilizzare alla donazione.I volontari distribuiranno gratuitamente pacchetti monouso di gel disinfettante ai passanti. A Teramo, sempre dalle 10 alle 18 la Fidas promuoverà il dono in Piazza Martiri della libertà offrendo palloncini e gadget per i più piccoli.

La Fratres di Lastra a Signa, già impegnata a diffondere le buone regole per la lotta al Covid-19 distribuendo gel disinfettante alle aziende, raccoglierà il sangue in una giornata di donazione straordinaria che si svolgerà nella mattina del 13 giugno.

A Toritto in provincia di Bari, infine, nella mattina del 14 giugno la Fratres ha organizzato una bella donazione straordinaria in piazza per sancire l’importanza dei valori in gioco in questa data così sentita da tutto l’universo sangue italiano e internazionale.