Scuola guida e donazione di sangue
Il progetto di Fidas Polesana

2019-02-12T17:27:21+00:00 12 Febbraio 2019|Primo Piano|
di Marta Perroni

La donazione di sangue spiegata ai giovani neo diciottenni che stanno per prendere la patente. “A scuola guida con Fidas” è il progetto che vede impegnati i volontari dell’associazione di donatori insieme alle autoscuole del territorio polesano.

L’iniziativa, ideata e realizzata grazie alla spinta del gruppo Giovani della federata Fidas, in collaborazione con alcune scuole guida della provincia di Rovigo, è orientata a «incontrare giovani e giovanissimi corsisti che si apprestano a conseguire la patente di guida, sia per automobili che moto, per sensibilizzarli alla donazione di sangue e all’importanza del gesto etico del dono» riferisce Roberta Paesante, vice presidente di Fidas Polesana a DonatoriH24.

Non è la prima volta che la Fidas Polesana si dedica ai giovani studenti. L’idea aveva infatti riscosso una rilevante partecipazione da parte dei ragazzi e delle scuole guida già da due anni, arrivando a coinvolgere nove autoscuole e sempre più adesioni.

«Crediamo fermamente che l’informazione sulla donazione come gesto gratuito per aiutare concretamente chi soffre, rivolta ai giovani corsisti delle autoscuole, possa essere efficace perché rivolta a un pubblico particolarmente sensibile ed interessato: chi si affaccia al mondo degli adulti, può scoprire proprio in questo momento che essere ‘grandi’ significa anche essere solidali e attenti all’altro, all’ammalato, a chi soffre» comunica il presidente di Fidas Polesana, Luca Callegari.

Quest’anno, inoltre, a ogni studente verrà consegnato, oltre al materiale informativo e ai gadget dell’associazione, anche un alcoltest monouso. «Perché non si dimentichi il legame tra la donazione e l’importanza della guida in massima sicurezza» spiega la vice presidente Paesante a DonatoriH24 e continua: «Abbiamo riscontrato l’entusiasmo proprio da parte delle scuole guida che già hanno in programma lezioni sulle emergenze stradali, sull’omissione di soccorso e sulle gravi conseguenze derivanti dagli incidenti. Da qui il naturale collegamento con l’importanza della donazione del sangue e degli organi»

I primi incontri si svolgeranno questa settimana, a partire da martedì 12 febbraio, nelle autoscuole “Conti” di Adria e “Taglio” di Po, entrambe in provincia di Rovigo. «Il nostro ringraziamento va alle autoscuole che hanno creduto e credono fermamente a questo progetto fin dai primi contatti, coordinandosi e avvalorando l’interesse a questa iniziativa e confermando ad ogni appuntamento una grande disponibilità» conclude Callegari.