Sardegna, al via #Tendiilbraccio,
il progetto dei giovani volontari Avis

2019-01-29T12:29:33+00:00 27 Gennaio 2019|SCUOLA|
di Marta Perroni

#Tendiilbraccio” è il nome di un progetto di formazione e sensibilizzazione realizzato dalla Consulta Giovani Avis Medio Campidano. L’iniziativa, iniziata lo scorso lunedì 21 gennaio, riguarda alcuni istituti scolastici del territorio della ex provincia sarda del Medio Campidano che contava ventotto comuni passati alla provincia del Sud Sardegna nel 2016.

Si tratta di un ciclo di lezioni rivolte ai giovani in cui viene spiegato il lavoro di Avis a livello nazionale e sul territorio sardo e l’importanza della donazione di sangue, della cultura del dono e della corretta alimentazione.

L’obiettivo del progetto “#tendiilbraccio” è infatti quello di «sensibilizzare i ragazzi che si stanno avvicinando o sono arrivati all’età in cui possono donare, ovvero i diciotto anni, ed è per questo motivo che abbiamo deciso di coinvolgere le classi che vanno dalla terza alla quinta superiore» racconta a DonatoriH24 Matteo Melis, donatore e collaboratore della Consulta.

Gli istituti coinvolti saranno il Buonarroti di Guspini e Serramanna, l’istituto Volta ad Arbus, il Guspinie a Turrighedda, la scuola Calasanzio a Sanluri e il Piga a Villacidro.

Cominciato lo a gennaio dopo mesi di preparazione, si prolungherà fino a marzo inoltrato: un lavoro di sensibilizzazione che avviene attraverso l’intervento dei giovani della consulta Avis e dei volontari di altre Avis comunali della zona. «Spieghiamo agli studenti che cos’è Avis in generale, che tipo di associazione è, e poi nello specifico la Consulta Giovani da noi formata e il nostro lavoro sul territorio» continua Matteo Melis.

A sostenere i giovani della consulta ci sono anche gli interventi della nutrizionista Valentina Urpi che «parlerà di educazione alimentare e darà consigli ai ragazzi sulla buona alimentazione» spiega Melis a DonatoriH24 e prosegue: «Per fare in modo che non diventi una fredda lezione frontale abbiamo deciso di coinvolgere gli studenti attraverso il gioco di “Mr Quiz Sardegna“. Si ritroveranno in competizione a rispondere a domande riguardante la giornata di formazione a cui hanno assistito».