I criteri di sospensione dalla donazione

2019-01-22T18:25:14+00:00 22 Gennaio 2019|Regole|
di Marta Perroni

Per tutelare i riceventi di sangue e i donatori, come previsto dalla normativa in vigore dal 2015, i donatori di sangue che sono stati già selezionati devono sospendere le donazioni in relazione al loro stato di salute o stile di vita.

Se per alcune situazioni la sospensione è assoluta e definitiva, ci sono alcuni casi però in cui si può riprendere a donare dopo aver però rispettato un periodo di astensione seguendo la normativa in corso. I centri trasfusionali, gli ospedali e le associazioni dedicate alla donazione di sangue comunicano la lista completa delle situazioni a rischio per le quali è necessaria la sospensione temporanea dalla donazione di sangue.

Cause di sospensione e durata

–  Agopuntura: sospensione per 4 mesi; nessuna sospensione se il donatore autocertifica che è stata eseguita da personale competente con aghi monouso

–  Foratura delle orecchie, body piercing e tatuaggi: sospensione per 4 mesi

–  Assunzione di antibiotici, antimicotici, antivirali: sospensione per 15 giorni dall’ultima somministrazione; necessaria comunque la guarigione

–  Assunzione di corticosteroidi sistemici: sospensione per 15 giorni

–  Assunzione di farmaci antiinfiammatori o analgesici (eccetto paracetamolo): sospensione per 5 giorni dall’ultima somministrazione

–  Assunzione occasionale e sporadica di sostanze stupefacenti limitato ai cannabinoidi: sospensione per 14 giorni dall’ultima assunzione, previo giudizio positivo del medico Avis.

–  Assunzione occasionale e sporadica di sostanze stupefacenti (cocaina e droghe per os e per inalazione): sospensione per 4 mesi dall’ultima assunzione, previo giudizio positivo del medico Avis.

–  Assunzione di pillola anticoncezionale: nessuna sospensione

–  Assunzione di psicofarmaci (antidepressivi, neurolettici, litio, stabilizzanti dell’umore): sospensione per 6 mesi dal termine della terapia; l’uso occasionale, sporadico ed a bassi dosaggi di benzodiazepine non controindica la donazione

–  Comportamenti sessuali a rischio: sospensione per 4 mesi; l’abitudine a tali tipi di rapporti costituisce criterio di esclusione definitiva

–  Cure odontoiatriche tipo ablazione tartaro, estrazioni e devitalizzazioni: sospensione da 48 ore fino 7 giorni a seconda del tipo di intervento effettuato

–  Gravidanza: sospensione per 6 mesi dal parto (a discrezione del medico un anno dalla fine dell’allattamento)

–  Implantologia dentale con utilizzo di tessuto osseo autologo e omologo: sospensione per 4 mesi

–  Endoscopia con strumenti flessibili: sospensione per 4 mesi

–  Esame con utilizzo di mezzo di contrasto: sospensione per 15 giorni

–  Esposizione accidentale al sangue anche attraverso strumenti o siringhe: sospensione per 4 mesi

–  Febbre e gastroenterite virale: sospensione per 15 giorni dalla scomparsa dei sintomi

–  Infezioni addominali, infezioni respiratorie e urinarie: sospensione per 15 giorni dalla cessazione dei sintomi

–  Interruzione di gravidanza entro il 3° mese: sospensione per 6 mesi

–  Interrruzione di gravidanza dopo il 3° mese: sospensione per 1 anno

–  Intervento chirurgico maggiore: di norma sospensione per 4 mesi

–  Intervento chirurgico minore in anestesia locale (asportazione neo, lipoma, tunnel carpale safenectomia, ernia inguinale): sospensione fino a 7 giorni dopo la guarigione completa

–  Malattie esantematiche: sospensione per 2-3 settimane dalla guarigione

–  Mestruazione: si sconsiglia la donazione durante il ciclo, si consiglia di rispettare 6 giorni di sospensione prima e dopo

–  Profilassi con immunoglobuline: sospensione per 4 mesi

–  Puntura di zecca: sospensione per 3 mesi dall’evento.

–  Raffreddore: sospensione solo in fase acuta sino alla scomparsa dei sintomi

–  Terapia desensibilizzante: sospensione per 72 ore dall’ultima iniezione; in caso di terapia sublinguale non necessaria la sospensione

–  Trapianti di tessuti o cellule di origine umana: sospensione per 4 mesi

–  Trasfusioni di sangue o emoderivati: sospensione per 4 mesi (per trasfusioni di emocomponenti effettuate nel Regno Unito, sospensione definitiva)

–  Uso occasionale di sostanze stupefacenti cannabinoidi: sospensione per 14 giorni dall’ultima assunzione; l’uso abituale costituisce criterio di esclusione definitiva

–  Vaccini con virus, batteri, rickettsie inattivati o uccisi e vaccini ricombinanti; tossoidi, vaccino epatite A: sospensione per 48 ore

–  Vaccino epatite B: sospensione per 7 giorni

–  Vaccino encefalite da zecche nessuna sospensione

–  Vaccino rabbia: sospensione per 48 ore se vaccino senza morso; sospensione di 1 anno se vaccino dopo morso

–  Vaccini con virus o batteri vivi o attenuati: sospensione per 4 settimane

–  Viaggi in aree tropicali: sospensione per 6 mesi (possibile la donazione di plasma previa valutazione medica)

–  Viaggi in paesi al di fuori delle aree tropicali dove è possibile contrarre malattie tropicali: sospensione variabile da 1 a 6 mesi consultare: Donatore che viaggia

–  Virus del Nilo Occidentale: sospensione 28 giorni

–  Virus erpetici genitali: sospensione fino a 2 settimane dopo la guarigione