Avis Perugia, crescono le donazioni
Centri aperti sei giorni su sette

2018-10-12T00:09:26+00:00 12 Ottobre 2018|Donazioni|

Avis Perugia arriva a 4.278 donazioni complessive nel periodo che va da gennaio a settembre 2018. Un risultato eccezionale, che segna un incremento significativo della raccolta rispetto all’anno scorso. Nello specifico 655 donazioni sono state effettuate in aferesi (+219 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e 381 provengono da nuovi donatori (-35 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). I dati segnano un aumento di 84 donazioni in più rispetto allo scorso anno, riferite sempre ai primi nove mesi dell’anno, che erano in totale 4.194 unità.

A presentare i dati oggi, 12 ottobre, in conferenza stampa, presso il Centro Trasfusionale dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia a Perugia, Fabrizio Rasimelli presidente di Avis Perugia; i membri del Consiglio direttivo e Mauro Marchesi, primario del servizio immunotrasfusionale dell’ospedale di Perugia. «Siamo molto soddisfatti per questo andamento delle donazioni – ha affermato Rasimelli -, il nostro plauso va ai donatori che hanno permesso ciò, ai nostri volontari che hanno dato tanto in termini di disponibilità, per raggiungere questo risultato importante e al personale sanitario dell’ospedale che, seppur fra tante difficoltà logistiche e di risorse umane, accoglie ogni giorno i nostri donatori sempre con un sorriso e una grande professionalità. Un altro grazie deve andare ai Gruppi Donatori sorti in questi mesi nei quartieri di Perugia, Ponte San Giovanni, Ponte Felcino, Lacugnano, Pila, Castel del Piano e a quelli storici come Onaosi e Enel».

IL NUOVO SERVIZIO DI PRENOTAZIONE

Il buon risultato è anche legato all’attivazione  del nuovo servizio di prenotazione della donazione, che passa a sei giorni: dal 15 ottobre 2018 sarà effettuabile dal lunedì al sabato.

Sono circa 103 le donazioni prenotate ogni mese, circa il 44% (1.840) sono state fatte utilizzando il servizio di pre-sin-post donazione ai donatori.

I dati presentati fanno ben sperare per l’anno in corso: se l’andamento delle donazioni dovesse rimanere stabile o come Avis Perugia auspica dovesse aumentare, si potrebbero superare le 5.580 donazioni del 2017.