Nasce l’app di Aido Piemonte, il presidente: «News a portata di click»

2018-08-20T17:04:56+00:00 20 Agosto 2018|Attualità|
di Sara Catalini

Aido Piemonte sviluppa un’applicazione per smartphone per promuovere la donazione su tutti i canali comunicativi.

L’App dal nome “Aido Piemonte” sarà ibrida. A differenza delle app native, sviluppate appositamente per un sistema operativo mobile, questa verrà alimentata e collegata direttamente al sito web dell’associazione. L’utente potrà utilizzarla per restare aggiornato su eventi e news pubblicati su www.aidotorino.it, che tra non molto migrerà sul nuovo sito www.aidopiemonte.it.

L’applicazione è stata sponsorizzata interamente dall’azienda BBBell Spa, operatore delle telecomunicazioni wireless piemontese. Si presenterà con un design intuitivo e sarà soprattutto user friendly, come sottolinea Valter Mione, presidente di Aido Piemonte, a Donatorih24: «Deve essere prima di tutto facilmente consultabile da persone di ogni età».

È stata infatti ideata in base alle esigenze di un pubblico giovane (15-30 anni), ma la sua caratteristica di ibrido sposa le necessità di un target molto più ampio: «Le app native consumano molti giga sul dispositivo mobile e sono superate – continua Mione – Una versione ibrida come la nostra permette il collegamento multipiattaforma diretto tra app e sito web di Aido Piemonte. Non è solo più leggera, ma anche meno complicata da gestire se, come speriamo, verrà utilizzata da un pubblico vasto di donatori e simpatizzanti».

Il debutto ufficiale dell’app è previsto a fine settembre: «L’idea è presentare l’applicazione alla dodicesima edizione del Salone del gusto terra madre 2018, che si terrà dal 20 al 24 settembre in vari luoghi simbolo di Torino – spiega Mione – Saremo presenti all’evento con un nostro stand informativo, ma non organizzeremo una conferenza stampa tradizionale per presentare l’applicazione, preferiamo puntare su una campagna social a tappeto».

La realizzazione dell’app chiude il cerchio delle attività di promozione portate avanti dalla realtà regionale di Aido durante la stagione estiva. Con settembre ormai alle porte, il presidente ha inoltre fatto un bilancio dei riscontri ottenuti dopo la presenza di Aido a diversi eventi dal grosso impatto: «Siamo molto soddisfatti. Abbiamo puntato alla promozione usando strumenti innovativi per sensibilizzare un pubblico sempre più ampio – ha spiegato – Ci stiamo concentrando molto in questa direzione e l’app rappresenta il punto d’arrivo di un lungo lavoro di progettazione».

Oltre ad aver preso parte a manifestazioni programmate nell’arco degli ultimi mesi (“La Fausto Coppi”, Festival Agrirock Collisioni, Campo nazionale degli scout laici, Una Torre di Libri) Aido Piemonte ha portato avanti parallelamente diverse attività di networking che hanno contribuito a creare sinergie e contaminazioni con altre realtà associative: «Tra le più recenti abbiamo siglato la partnership con il sinodo valdese, che si tiene dal 26 al 31 agosto a Torre Pellice in provincia di Torino. Non saremo fisicamente presenti all’evento ma abbiamo avviato una collaborazione». Il prossimo appuntamento è la festa per il 45esimo anniversario dalla fondazione di Aido provinciale di Torino, prevista il 26 ottobre.