La “prima volta” di Massimiliano Ossini
Dalla tv all’autoemoteca della polizia

2018-07-24T20:46:17+00:00 24 Luglio 2018|Personaggi|

«Da oggi potete contare sul mio supporto, come donatore e come “amico” dell’ Associazione donatori volontari della Polizia di Stato. Ho compreso attraverso di voi l’importanza di questo gesto che spero seguiranno in tanti». Ha concluso così la sua prima giornata di donazione Massimiliano Ossini, il celebre conduttore tv.

Durante la giornata mondiale del donatore, l’associazione Donatorinati (associazione donatori  volontari polizia di Stato) aveva partecipato alla trasmissione condotta da Ossini, Uno Mattina estate: l’impegno sociale del conduttore è finito anche fuori dagli studi televisivi.

Ad accompagnarlo nella sua prima volta, davanti alla questura di Roma, il l presidente dell’associazione Claudio Saltari con alcuni volontari e un’equipe del Policlinico Gemelli.

«Ringrazio Massimiliano Ossini – ha detto Saltari al telefono con Donatorih24 – per il suo atto di generosità incondizionata, per il supporto e incoraggiamento. Siamo onorati di poter annoverare un nuovo “amico” così noto. Con il suo esempio, speriamo di poter sempre più sensibilizzare circa la problematica della carenza».

Massimiliano Ossini sta vivendo un momento d’oro, tra impegni tv e rilassanti fine settimana che racconta sul suo profilo Instagram. Secondo le recenti indiscrezioni del sito Blogo, il suo ultimo successo sarebbe la conduzione, assieme al volto di Linea Verde Daniela Ferolla, della finale del Festival di Castrocaro 2018.

Donatorinati è stata costituita nel luglio 2003 per iniziativa di un gruppo di appartenenti alla polizia di Stato per promuovere la cultura della donazione di sangue e persegue fini di solidarietà sociale.

Dalla sua costituzione, l’associazione ha organizzato molte attività dedicate non solo alla raccolta di sacche di sangue, ma anche alla sensibilizzazione di tutti i cittadini alla cultura del dono come comportamento etico che dia opportunità e speranze anche a soggetti svantaggiati.