Così l’Avis di Bellano è riuscita
a ingaggiare Cristiano Ronaldo

2018-07-11T10:44:55+00:00 9 Luglio 2018|Primo Piano|

«Dopo aver scoperto che Cristiano Ronaldo era un donatore abituale, abbiamo avviato un iter per utilizzare la sua immagine e aumentare il flusso dei donatori, stimolati dal suo esempio e dalla sua fama», spiega con queste parole  Mario Passador, capogruppo di Avis Bellano (Lecco), la partnership d’eccezione siglata dall’associazione di volontari con il campione del Real Madrid.  E in un’intervista a Donatorih24 aggiunge:  «Così abbiamo avviato rapporti con la Abbott, multinazionale farmaceutica che in partnership col Real Madrid ha avviato nel 2017 la campagna #BeThe1Donor. Dopo uno scambio di email con la direttrice del marketing di questa campagna,  siamo riusciti a ottenere la firma dai legali di Cristiano Ronaldo per diventare nostro testimonial. In cambio ci siamo resi disponibili a produrre materiale promozionale: pubblicazioni social, affitto di un pullman con stampa della foto di CR7, striscioni, ma soprattutto abbiamo preso l’impegno di inviare alla Abbott un feedback a fine campagna sull’eventuale aumento dei donatori».

L’ANNUNCIO

Da anni donatore, ora Cristiano Ronaldo ha deciso di impegnarsi nello spronare tifosi e semplici simpatizzanti a donare sangue, e il suo nuovo ingaggio lo ha quindi messo nero su bianco. In una nota, ieri (8 luglio), la sezione comunale dell’Avis dichiarava entusiasta: «È con grande orgoglio e con profonda convinzione che l’Avis Comunale di Bellano, dopo le prime voci trapelate a giugno, annuncia la partnership che legherà il sodalizio bellanese al più grande fenomeno in attività a livello calcistico: il bomber della nazionale portoghese Cristiano Ronaldo, meglio conosciuto come CR7. Una grande opportunità che è stata colta dai due consiglieri del gruppo di Bellano, Marco Alberto Bianchi e Mario Passador».

UN INVESTIMENTO IMPORTANTE

Il consiglio della sezione comunale e Carlo Molteni, presidente Avis Bellano, hanno investito circa 10mila euro nel progetto di comunicazione. «Stiamo preparando un video promozionale e alcuni eventi con i donatori per il mese di settembre», ha concluso Passador.