Israele costruisce la sua fortezza per il plasma

2018-05-24T15:07:04+00:00 25 Maggio 2018|Mondo|

Una banca del sangue a prova di guerre e disastri naturali. Quale nazione può averne bisogno più di Israele? Qui infatti si sta realizzando la struttura sotterranea, unica al mondo, in grado di restare in funzione senza alcun rallentamento anche in casi di emergenza. La costruzione, voluta dalla Croce rossa israeliana (Magen David Adom), sta sorgendo a Ramle.
Il portavoce dell’equivalente israeliana della nostra Cri, Zachi Heller, rendo noto che la banca verrà completata nei prossimi anni (si parla del 2020 ndr) e che avrà a disposizione tutte le più avanzate tecnologie per preservare il plasma e proteggerne la qualità. All’interno vi sarà ospitato anche il campus logistico dell’organizzazione, che annualmente raccoglie circa 260mila sacche di sangue provenienti da donatori civili e militari israeliani.
La realizzazione di tale ambizioso progetto si è resa necessaria a causa del progressivo invecchiamento delle strutture del Magen David Adom ,che da 30 anni opera nell’ospedale Tel ha-Shomer a Tel Aviv. In caso di emergenza, il personale è oggi costretto a trasferire il prezioso materiale in un vicino rifugio sotterraneo; al termine della costruzione della banca del sangue, tale intervento non sarà più necessario.

L’edificio, di sei piani, ne avrà tre sopra il livello del terreno e altrettanti interrati. All’interno della struttura verrà costruito un gigantesco laboratorio dove il sangue verrà lavorato e conservato.

 

Leggi l’articolo