Nasce la rivista dell’Avis di Siracusa

2018-04-26T07:59:09+00:00 26 Aprile 2018|Curiosità|

Non sarà un giornale, ma una rivista, un periodico nel quale si parlerà non soltanto di Avis, ma del sangue in tutte le sue sfaccettature.
Parliamo di “Fattore H“: il nuovo organo di informazione dell’Avis comunale di Siracusa, un prodotto editoriale che verrà presentato alla stampa questo giovedì 26 aprile, alle 10 e 30, nella sala conferenze “Corrado Ventaglio” della sede associativa in via Von Platen, 40 a Siracusa.

La rivista, tuttavia, è già disponibile in download sul sito web dell’Avis comunale siracusano.

«Proprio in linea con la storia di Avis, dove fin da subito la comunicazione e la condivisione di un ideale si sposano con l’uso dei mass media, l’Avis comunale di Siracusa – spiegano i soci in una nota – vuole utilizzare, per dirla con le parole di Formisano stesso, questa “arma potente” per diffondere il proprio messaggio.

«All’interno – aggiungono dall’Avis siciliana – il lettore noterà nelle prime pagine le informazioni del nostro presidente, le rubriche di cronaca nazionale, regionale e tutti gli eventi che hanno riguardato Avis comunale Siracusa nei mesi antecedenti la pubblicazione. Ma questo periodico – spiegano dall’associazione – ha come scopo secondario anche quello di catturare l’attenzione di tutti i cittadini siracusani affinché questi possano, in un immediato futuro e per chi ancora non lo fosse, diventare donatori.

«Per tale motivo nelle 4 pagine del giornale – leggiamo ancora nel comunicato – sono presenti spazi dedicati alla lettura consapevole delle analisi, al servizio civile, al mangiare sano, ai temi della disabilità, della tolleranza e dell’inter-cultura, declinati nelle sue varie forme che possono essere, per esempio, la recensione di un libro improntato sui valori della positività o la ricetta di un piatto di una cucina lontana. Proprio per la natura interattiva di questo prodotto editoriale – concludono – la redazione vuole aprirsi ai suggerimenti e alle lettere dei donatori e di quanti si troveranno tra le mani il nuovo giornale: ogni contributo sarà utile per rendere la lettura sempre più piacevole, costruttiva e più vicina agli interessi del lettore».

 

Leggi l’articolo