A Riccione l’84esima Assemblea Generale Avis

2019-05-21T11:48:31+00:00 21 Maggio 2019|

Raggiungere l’autosufficienza, salvaguardando il plasma come prodotto etico e la produzione di farmaci plasmaderivati perché di pubblica utilità. È la sfida che il presidente di Avis NazionaleGianpietro Briola, ha lanciato dal palco del Palacongressi di Riccionenella sua relazione di apertura dell’84esima Assemblea Generale dell’associazione. Briola ha sottolineato come al momento l’Italia raccolga, grazie alla sensibilità etica dei volontari, “il 70% di immunoglobuline necessarie alla lavorazione e produzione di farmaci per la cura di malattie rare. A oggi a livello mondiale sono nove le aziende che producono questo tipo di medicinali e tutte si trovano sul territorio degli Stati Uniti (ad eccezione dell’italiana Kedrionndr) – ha spiegato il presidente -: se Paesi in forte espansione dovessero entrare nel mercato farmaceutico europeo e occidentale in genere, penso in particolare alla Cina o all’India, avanzando offerte economiche più alte rispetto a quelle di altre nazioni, potremmo non avere la forza di affrontare e sopportare una crisi di questo tipo. L’autosufficienza di plasmaderivati ci permetterebbe anche di alleggerire i costi di gestione delle aziende sanitarie“.