Donna morta per una trasfusione sbagliata, si indaga per omicidio colposo

2019-10-16T18:26:43+00:00 5 Ottobre 2019|Attualità|
di Sergio Campofiorito

Un medico di 44 anni e un’infermiera di 43 sono sotto indagine da parte della Procura di Monza per la morte dell’84enne Angela Crippa, avvenuta nell’ospedale di Vimercate (Monza). L’anziana, secondo le ipotesi dei giudici che indagano per il reato di omicidio colposo, sarebbe deceduta in seguito a un’errata trasfusione effettuata durante un intervento chirurgico al femore. Il fatto è avvenuto lo scorso 8 settembre.  

Alla base della tragedia ci sarebbe un caso di omonimia. Subito dopo la morte della signora Crippa, l’Azienda sanitaria aveva aperto un’indagine interna mentre il Dicastero della salute aveva mandato gli ispettori a cercare di far luce.

Come confermato a DonatoriH24 fonti interne del Centro nazionale sangue, “si sta indagando su un caso di errore umano: sulla sacca trasfusa ci sarebbe stato un cognome identico a quello della paziente poi deceduta”.