Livello alto di zucchero nel sangue e insulina alterata
Ecco i cibi da mangiare per abbassare il diabete

2019-05-03T17:40:49+00:00 5 Maggio 2019|Regole|
di Emiliano Magistri

È una malattia in costante aumento e, in Italia, in base ai dati forniti dall’Istat, colpisce il 6% della popolazione. Stiamo parlando del diabete, la patologia provocata da un livello elevato di zucchero nel sangue, nota anche come iperglicemia. Le cause possono essere diverse, tra cui un’alterazione nella produzione o funzionalità dell’insulina, un ormone generato dal pancreas che regola la quantità di glucosio nel sangue. L’insulina permette il regolare ingresso di zucchero nelle cellule del sangue in modo tale che venga utilizzato come fonte energetica, ma se il funzionamento non avviene in maniera corretta il glucosio si accumula nel sangue e si inizia così a parlare di diabete.
Per abbassare il livello di zuccheri e riuscire a convivere con il diabete, è importante seguire un certo tipo di alimentazione, prediligendo quei cibi che hanno un basso contenuto glicemico. E per fortuna non sono pochi.

Legumi
Un ridotto indice glicemico lo hanno i legumi. Fagioli, piselli, lenticchie e ceci, oltre a migliorare il livello di zucchero nel sangue, sono ottimi per ridurre il rischio di malattie alle coronarie in particolare in quei pazienti affetti da diabete di tipo 2 (la forma più diffusa caratterizzata da glicemia alta in un contesto di insulino-resistenza e insulino-deficienza relativa).

Pane
Chi soffre di questa malattia non è costretto a dire addio al pane, purché se ne scelga una tipologia che non peggiori la situazione. Nonostante sia ricco di carboidrati, il pane presenta delle “versioni” che possono essere assimilate comunque, come nel caso di quello 100% integrale macinato a pietra o di quello di segale.

Pesce
In particolare i pesci d’acqua fredda possono contribuire a tenere sotto controllo il diabete. Il merluzzo è sicuramente quello più indicato, anche perché eviterebbe addirittura l’insorgere stesso del diabete di tipo 2.

Frutta secca e frutta fresca
Ricca di fibre e proteine vegetali, la frutta secca ha anche un indice glicemico molto basso e riesce a fornire benefici a chi già soffre di diabete. L’importante è che venga mangiata al naturale, senza trattamenti o aromatizzazioni particolari. Stesso discorso anche per la frutta fresca, con l’eccezione di melone, banana e ananas. Tuttavia, occorre tenere presente che la frutta fresca più matura più aumenta l’indice glicemico.

Aglio
Riduzione della glicemia e miglioramento della produzione di insulina. Sono alcuni degli effetti positivi che l’aglio genera su chi soffre di diabete. Uno studio, effettuato nel 2013 per 12 settimane, ha coinvolto 60 persone obese con il diabete di tipo 2 che, due volte al giorno, hanno assunto un mix di metformina (un farmaco utilizzato per il trattamento del diabete di tipo 2) e aglio dopo i pasti o di metformina assoluta. Coloro che avevano preso anche l’aglio hanno fatto registrare un abbassamento del livello di zucchero nel sangue.

Patate dolci
Pur non essendo ancora in grado di stabilire se si tratti di un alimento capace di ridurre il tasso di zucchero nel sangue, le patate dolci, a dispetto di quelle normali, sono ricche di fibre e hanno un indice glicemico molto basso.