“Premio Fabrizio Frizzi” a un 18enne veronese

2018-05-30T14:33:32+00:00 30 Maggio 2018|storie|

Oggi sarà tra i protagonisti della Partita del cuore: pochi minuti prima del fischio d’inizio, infatti, il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, la vicepresidente Sonia Viale e il direttore dell’Ibmdr (Registro nazionale italiano dei donatori di midollo osseo) Nicoletta Sacchi, assieme al presidente di Fondazione per Ibmdr onlus Luigi Malini gli consegneranno il “Premio Fabrizio Frizzi”.

Il riconoscimento è una targa che ogni anno viene destinata al donatore più giovane «per aver dimostrato con i fatti di aver seguito l’esempio di Fabrizio donando una vita».

Il protagonista di questa bella storia è Davide Borghero: veronese, 18 anni, è il più giovane donatore di midollo osseo del 2017 iscritto al Registro nazionale italiano dei donatori di midollo osseo (Ibmdr) con sede nell’ospedale Galliera di Genova.

«Abbiamo deciso di istituire questo premio per ricordare la grande generosità di Fabrizio – ha detto il presidente Toti – che era iscritto a Registro italiano dei donatori e nel 2000 donò il midollo osseo a una bambina di 11 anni di Verona a cui salvò la vita. Fabrizio e Valeria si conobbero solo molti anni dopo, proprio alla Partita del cuore di Verona, città natale anche del giovane donatore che premieremo qui a Genova. Non c’era dunque occasione migliore della Partita del cuore – ha aggiunto Toti al sito web del Centro nazionale sangue – per consegnare questo premio, a testimonianza del filo rosso che unisce Fabrizio, Valeria e Davide e del fatto che l’esempio di grande generosità di Fabrizio è stato seguito da molti altri, anche giovanissimi».

 

Leggi l’articolo